Friuli-Legge regionale 23/04 - articolo 7: Strumenti di programmazione

Articolo 7 - Strumenti di programmazione

(regione FVG: Legge n° 23, 17 agosto 2004)

(abrogato dall'articolo 71 della legge regionale 22/2019 - ndr)

1. In attuazione dei principi contenuti nel decreto legislativo 502/1992, come modificato dal decreto legislativo 229/1999, nella legge 328/2000 e nella legislazione regionale di settore, gli strumenti della programmazione sanitaria, sociale e sociosanitaria sono i seguenti:

a) il Piano sanitario e sociosanitario regionale;

b) il Piano regionale degli interventi e dei servizi sociali;

c) il Piano attuativo locale (PAL) e il Piano attuativo ospedaliero (PAO);

d) il Programma delle attività territoriali (PAT);

e) il Piano di zona (PDZ).

2. Per la predisposizione degli strumenti di cui al comma 1, lettere d) ed e), la Giunta regionale emana apposite linee guida, entro novanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, con le quali vengono altresì individuate modalità di elaborazione congiunta.

3. Entro il 30 giugno di ciascun anno, la Giunta regionale presenta al Consiglio regionale una relazione sullo stato di salute della popolazione della regione, che evidenzia il grado di raggiungimento degli obiettivi della programmazione regionale in materia sanitaria, sociale e sociosanitaria.

4. Con successivi provvedimenti, da adottare entro centottanta giorni dalla data di entrata in vigore della presente legge, la Giunta regionale disciplina la partecipazione consultiva al processo di programmazione e verifica da parte delle organizzazioni sindacali, delle organizzazioni rappresentative dei cittadini, degli utenti e delle altre parti sociali, regolamentando il percorso di concertazione e definendo i criteri per l'individuazione dei soggetti chiamati a prendervi parte.


articolo precedente // articolo successivo