Circolare ASS 4 Medio Friuli

27.02.07; da: S.O.S. Gestione Personale Convenzionato

Referenti: UDMG distrettuali

DISTRETTO SANITARIO
UFFICIO DELLA MEDICINA GENERALE

Ai colleghi MMG dell'ASS 104

L'ARS (agenzia regionale sanità) in collaborazione con il CEVEAS di Reggio Emilia e il CEFORMED (Monfalcone) propone l'allegato studio INFANT; e in particolare è chiesto alle UDMG del FVG di reclutare 20 MMG per distretto; trattasi di un progetto finalizzato all'OBIETTIVO di verificare la fattibilità e l'impatto di un programma formativo di informazione INDIPENDENTE del farmaco e valutare se tale programma può determinare un cambiamento nel comportamento prescrittivo dei medici in termini di rischio e beneficio di 4 classi di farmaci (1° contro l'IPB, , 2° contro l'Osteoporosi, il 3° e 4° da definirsi nella sessione autunnale); sono coinvolte 3 Regioni Italiane Emilia Rom. FVG. Sardegna.

Gli interessati sono pregati, in tempi brevi, di contattare i membri UDMG del proprio distretto onde inviare i nominativi all'organizzazione.

INFANT: Informazione su farmaci e nuovi formati trattamenti

Elementi essenziali dello studio nel Friuli Venezia Giulia

TITOLO DELLA PROPOSTA

Visite informative dei farmacisti su cluster di medici per valutare la loro fattibilità e il loro impatto su conoscenze, attitudini e pratica prescrittiva di Medici di Medicina Generale in tre regioni italiane

ABSTRACT.

Background. La mancanza di informazioni indipendenti da influenze commerciali, i limitati sforzi nell'implementazione delle informazioni basate su prove di efficacia e la scarsa comprensibilità di queste informazioni rappresentano alcuni dei principali determinanti di questo problema e possono influenzare una eccessiva variabilità nelle prescrizioni dei singoli medici. Le visite informative dei farmacisti sono uno dei possibili interventi per rendere disponibili ai medici informazioni indipendenti e basate su prove. .

Obiettivi. Testare la fattibilità e l'impatto di un programma di visite informative, realizzato su larga scala da Aziende Sanitarie Locali nell'ambito di un progetto di informazione indipendente. Specificamente, lo studio si propone di valutare se tale programma può determinare un cambiamento nel comportamento prescrittivo dei medici così come le loro conoscenze e attitudini su benefici e rischi di quattro classi di farmaci.

Metodi. Sono programmati due studi. Il primo studio in "cluster" randomizzerà 120 piccoli gruppi di medici (che corrispondono a circa 1800 Medici di Medicina Generale) in Emilia-Romagna e in Friuli Venezia Giulia (400 per il FVG) a ricevere visite informative su due diversi argomenti.
In Friuli Venezia Giulia le informazioni saranno veicolate dai farmacisti e dagli animatori di formazione dei MMG adeguatamente formati dal CEVEAS. Saranno confrontate le prescrizioni (espresse come DDD per 1000 abitanti/die), le conoscenze e le attitudini (valutate attraverso le risposte a uno specifico questionario) dei gruuppi di medici che riceveranno vs quelli che non
riceveranno ciascun argomento. Il secondo studio randomizzerà 900 singoli Medici di Medicina Generale in Sardegna per testare la medesima ipotesi e valutare in modo più approfondito l'efficacia di un nuovo formato.

Risultati attesi. Miglioramento nel comportamento prescrittivo dei medici e specificamente modifica del 10% nella prescrizione dei farmaci oggetto dell'informazione; miglioramento di conoscenze e attitudini dei medici su ciascun argomento oggetto dell'informazione e specificamente differenza del 10% tra il formato innovativo vs quello tradizionale nelle risposte a ciascun item del questionario utilizzato.

DISEGNO DELLO STUDIO

Studio in cluster (Emilia-Romagna e Friuli Venezia Giulia)

Viene proposto un disegno sperimentale (RCT in cluster). I piccoli gruppi di MMG parteciperanno a due cicli di visite informative: uno primaverile ed uno autunnale, nelle quali un farmacista assieme ad un animatore di formazione dei MMG (CEFORMED) forniranno informazioni su metodi e risultati di studi clinici che riguardano uno specifico argomento.
I pacchetti informativi del ciclo primaverile avranno durata di quattro ore ed è stato concordato con il CEFORMED che verranno inseriti in due giornate di aggiornamento facoltativo.
Il reclutamento dei MMG volontari a partecipare allo studio avviene tramite le UDMG di ciascun distretto. I nominativi vengono raccolti dalle UDMG e inviati all'Agenzia Regionale della Sanità.
L'informazione relativa al pacchetto sarà inviata per posta - in formato cartaceo -, prima di ciascun incontro, a ciascun medico. L'informazione sarà presentata attraverso dei "Pacchetti Informativi" che si propongono appunto di contestualizzare i dati disponibili dalla letteratura scientifica su un dato argomento rispetto alle domande pratiche dei clinici e al loro utilizzo effettivo dei farmaci, cercando di coniugare approfondimento e sinteticità attraverso un formato editoriale comprensibile e gradevole. Un articolo metodologico che discute di questi argomenti è attualmente in corso di stampa sulla rivista Social Science & Medicine.

Considerando due cicli di visite informative (uno in primavera e uno in autunno), saranno necessari quattro argomenti (due per ciascun ciclo di incontri) e complessivamente quattro interventi saranno valutati.
I quattro argomenti saranno scelti considerando la loro rilevanza per la pratica clinica, la loro rilevanza prescrittiva ed economica, la limitata disponibilità di informazioni indipendenti dall'industria farmaceutica, la possibilità di sintetizzare messaggi chiari e basati su prove di efficacia su benefici e rischi delle terapie e la possibilità di influenzare le prescrizioni dei medici in modo significativo.

l primi due argomenti sono relativi ai farmaci utilizzati sulla prostata e per l'osteoporosi.

ASPETTl ETICI

Poiché questo studio aumenterà piuttosto che ridurre le informazioni disponibili per i medici, non sussistono problemi etici nel randomizzare i medici a due diversi argomenti da discutere durante le visite informative. In ogni caso, al di fuori delle visite informative le stesse informazioni saranno comunque disponibili per tutti i medici. Alla fine del periodo di follow-up, le informazioni discusse durante le visite informative saranno inviate in modo proattivo ai medici che non le hanno ricevute durante le visite dei farmacisti.

Udine 22/02/2007

Fto coordinamento UDMG ASS 104