Circolare ASS 4 Medio Friuli

26.10.04; prot. 94906/A.5; da: Direzione Sanitaria

Oggetto: Delibera Giunta Regionale F.V.G. n. 2148 del 5 agosto 2004

LORO SEDI

Con Delibera della Giunta Regionale F.V.G. n. 2148 del 5 agosto 2004 sono state aggiornate le tariffe regionali per le prestazioni specialistiche ambulatoriali, ivi compresa la diagnostica strumentale e di laboratorio.
La Delibera e i documenti allegati sono stati pubblicati sul Bollettino Ufficiale Regionale n. 36 dd. 08.09.2004 e possono essere visualizzati sul sito www.regione.fvg.it/istituzionale/bur/bur.htm.

Si riprendono di seguito le indicazioni relative all'applicazione dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA), riferite alle prestazioni di medicina fisica, riabilitativa ambulatoriale già fornite con precedenti note prot. n. 63553/C dd. 19/9/2002 e prot. n. 71819/C dd. 21/10/2002.

Prescrivibilità delle prestazioni di medicina fisica e riabilitazione, secondo indicazioni cliniche

Dal 1° settembre 2002 le prestazioni di medicina fisica, riabilitativa ambulatoriale elencate di seguito (in ordine alfabetico) sono erogabili a carico del Servizio Sanitario Regionale esclusivamente a favore di pazienti per i quali ricorrano le seguenti indicazioni cliniche:

a) elettroterapia antalgica, indicata dal Tariffario Regionale come:

- elettroterapia antalgica cod. 93.39.4
Diadinamica, correnti interferenziali
Per seduta di 10 minuti (ciclo di dieci sedute);

- elettroterapia antalgica cod. 93.39.5
Elettroanalgesia transcutanea (TENS, alto voltaggio)
Per seduta di 30 minuti (ciclo di dieci sedute);

indicazioni cliniche:

- dolore neurogenico
- sindromi dolorose post-traumatiche o post-operatorie (entro novanta giorni dall'evento lesivo o dall'intervento)
- dolore muscolo-scheletrico cronico (un ciclo terapeutico all'anno)

b) esercizio assistito in acqua, indicato dal Tariffario Regionale come:

- esercizio assistito in acqua cod. 93.31.1
Per seduta individuale di 30 minuti (ciclo di dieci sedute);

- esercizio assistito in acqua cod. 93.31.2
Per seduta di gruppo di 30 minuti max 5 pazienti (ciclo di dieci sedute);

indicazioni cliniche: l'esercizio assistito in acqua è erogabile limitatamente a menomazioni - disabilità secondarie relative a:

- patologie osteo-mio-articolari traumatiche (con periodi di immobilizzazione maggiore o uguale a quarantacinque giorni ed entro centoventi giorni all'esordio della lesione)
- esiti di interventi ortopedici su articolazioni maggiori (entro novanta giorni dall'intervento)
- esiti di erniectomia discale (entro sessanta giorni dall'intervento)
- patologie del sistema nervoso centrale e periferico (quali: mielolesioni, cerebrolesioni congenite o acquisite, sclerosi multipla, distrofie muscolari, mono-polineuropatie periferiche post-traumatiche e poliradicoloneuriti)
- spondilite anchilosante

c) laserterapia antalgica cod. 99.99.1 - per seduta

indicazioni cliniche:

- tendinopatie comportanti una limitazione motoria e/o funzionale dell'arto interessato

d) mesoterapia cod. 99.29.7

indicazioni cliniche:

- tendinopatie
- traumi muscolo-scheletrici entro quindici giorni dall'esordio

e) ultrasuonoterapia cod. 93.39.9 - per seduta (ciclo di dieci sedute);

indicazioni cliniche:

- in preparazione ed in abbinamento all'esercizio terapeutico nelle menomazioni/disabilità conseguenti a patologie osteo-mio-articolari traumatiche e non traumatiche, acute ed immediatamente post-acute (per post-acuto si intende un limite temporale di sessanta giorni dall'esordio dell'evento lesivo)
- sindrome del tunnel carpale

Modalità di prescrizione
(vedi versione corretta con circolare ASS 4 del 18.11.04- ndr)

a) qualora il paziente, su prescrizione del MMG o del PLS si rivolga agli specialisti Fisiatri dell'ASS n. 4, gli stessi, in presenza delle indicazioni cliniche previste, provvederanno direttamente alla prescrizione delle prestazioni erogabili apponendo sull'impegnativa del S.S.R. la sigla "LEA - 2B", senza rinviare il paziente al MMG o al PLS;

b) se la visita specialistica viene effettuata, in regime di accreditamento, presso le strutture sanitarie private, dal momento che le stesse non dispongono del ricettario del S.S.R., si rende indispensabile il rinvio al M.M.G. o al P.L.S., il quale, sulla base del referto della visita specialista, se lo riterrà opportuno, rilascerà la prescrizione sull'impegnativa del S.S. R., apponendo la sigla "LEA - 2B" ed allegando il modulo barrando le specifiche indicazioni cliniche.

Si ricorda che dal 10 settembre 2002 per i pazienti per i quali non sussistono le indicazioni cliniche sopra richiamate, le prestazioni di elettroterapia antalgica, esercizio assistito in acqua, laserterapia antalgica, mesoterapia, ultrasuonoterapia non possono più essere prescritte utilizzando il ricettario del S.S.R. e conseguentemente non possono più essere erogate a carico del Servizio Sanitario Regionale né da parte delle strutture sanitarie pubbliche né da parte delle strutture sanitarie private accreditate.

 

NOVITA' CONSEGUENTI ALLA DELIBERA G.R. 2148 dd. 05.08.2004

Le prestazioni di elettroterapia antalgica, esercizio assistito in acqua, laserterapia antalgica, mesoterapia, ultrasuonoterapia, in presenza delle indicazioni cliniche sopra riportate, sono erogabili con le seguenti differenziazioni e modalità:

a) per pazienti residenti in regione, nell'ambito della normativa ticket in vigore, con prescrizione su ricettario del Servizio Sanitario Regionale:

b) per pazienti residenti in altre regioni, compresi i domiciliati, con onere completamente a carico degli stessi; non è possibile pertanto utilizzare il ricettario del Servizio Sanitario Regionale e le prestazioni possono essere prescritte su fogli bianchi intestati del medico prescrittore.

Sarà cura del medico prescrittore informare gli utenti, qualora extraregionali, che il costo delle prestazioni sarà a loro carico.

 

INSERIMENTO DI NUOVA PRESTAZIONE
(vedi versione corretta con circolare ASS 4 del 18.11.04- ndr)

Nel Tariffario Regionale è stata inserita la prestazione FOTOBALNEOTERAPIA TOMESA cod. 99.83.1 - per seduta (ciclo di quindici sedute), effettuabile solamente in ambulatorio situato presso istituzioni di ricovero o ambulatorio protetto.

Detta prestazione è erogabile ai pazienti affetti da psoriasi e dermatite atopica con le seguenti differenziazioni e modalità:

a) per pazienti residenti in regione senza oneri a carico, con prestazione prescrivibile, in presenza delle indicazioni cliniche sopra riportate, con il ricettario del Servizio Sanitario Regionale, riportando la sigla DGR 2148/04;

b) per pazienti residenti in altre regioni, compresi i domiciliati, con onere a totale carico degli stessi; non è possibile pertanto utilizzare il ricettario del Servizio Sanitario Regionale e le prestazioni possono essere prescritte su fogli bianchi intestati del medico prescrittore.

Sarà cura del medico prescrittore informare gli utenti, qualora extraregionali, che il costo delle prestazioni sarà a loro carico.

 

PAZIENTI NON RESIDENTI MA DOMICILIATI NELL'A.S.S. N. 4

Negli ultimi anni, in seguito all'aumentata mobilità sociale, è in crescita il numero di assistiti che mantengono la residenza in altre Regioni, ma acquisiscono il domicilio "sanitario" nell'ambito dell'Azienda Territoriale del F.V.G. in cui lavorano, studiano, ecc.
Nell'ambito dell'A.S.S. n. 4, l'ultimo dato fornito dall'INSIEL, riporta n. 2.472 unità, pari a 0,74% di tutti gli assistiti in carico all'Azienda.

Per tali assistiti è prevista la possibilità di scelta di MMG convenzionato con l'Azienda Sanitaria di domiciliazione, con rilascio di tessera sanitaria a scadenza (da un minimo di 3 mesi ad un massimo di 1 anno) rinnovabile.

Sulla base delle regole di finanziamento del Servizio Sanitario Nazionale, l'addebito delle prestazioni di ricovero e di specialistica ambulatoriale erogate a tale categoria di assistiti deve sempre essere effettuato a carico dell'Azienda Sanitaria di residenza.

Risulta pertanto molto importante che nelle prescrizioni a favore di detti assistiti venga riportato il comune di residenza, distintamente segnalato sulla tessera sanitaria, e non quello di temporaneo domicilio.
Per consentire una più agevole individuazione degli "assistiti domiciliati", da qualche mese gli Uffici Anagrafe Sanitaria dei Distretti della scrivente Azienda sono stati forniti di alcuni timbri con la dicitura "NON RESIDENTE" da apporre sulla tessera sanitaria rilasciata ad assistiti che mantengono la residenza in altra Azienda Sanitaria del F.V.G. o in altra Regione italiana, ma hanno il domicilio temporaneo nell'ASS n. 4, con scelta di MMG convenzionato con la nostra Azienda.

In considerazione della complessità e delicatezza della normativa in oggetto, si confida nella più ampia collaborazione delle SS.LL, anche al fine di ridurre, per quanto possibile, il disagio a carico dei pazienti.

Si raccomanda la più ampia informazione nei rispettivi ambiti di competenza.

Per quanto attiene al personale dei "punti CUP" aziendali verranno fornite direttamente specifiche indicazioni.

Per ulteriori chiarimenti si può fare riferimento a Lucia Stroili 0432 806096 o al Dr. Paolo Franz 0432553705.

Cordiali saluti

Il Direttore Sanitario
Dr. Andrea Luigi Collareta