Circolare ASS 4 Medio Friuli

28.09.04; prot. .......; da: U.O. Formazione e Aggiornamento Risorse Umane

Oggetto: Calendario/sedi corsi di aggiornamento obbligatorio per MMG - 2° semestre 2004

02/10 Udine. Centro Culturale "Paolino d' Aquileia" , via Treppo 7
( fuori programma Aggiornamento Obbligatorio ). Ore 8.30 - 13
"L'impatto sulla salute della vaccinazione anti influenzale"
relatori : dr Pitzalis, dr D'Agaro, dr.ssa Valent, dr Iob, dr Barbone, dr Noverino, dr Bassi, dr De Vita, dr Piga, dr Zaja, dr Viale, dr Brianti
animatori: dr Cipone

16/10 Udine. ENAIP, Pasian di Prato. ore 8.30 - 13
"Prevenzione del carcinoma colon-rettale"
relatori : dr.ssa Pella, dr Aprile, dr Zilli, dr Macor
animatori: dr Galai, dr Pavan

13/11 Udine. ENAIP , Pasian di Prato. ore 8.30 - 13
"L'insufficienza renale cronica oggi: l'integrazione tra il MMG e lo specialista nefrologo"
relatori : dr Adorati, dr Vasile, dr Noacco, dr Panzetta, dr Vannuzzo,
animatori: dr Bearzi, dr Prelli

11/12 Udine. ENAIP , Pasian di Prato. Ore 8.30 - 13
"Focus su problematiche ematologiche di interesse per il medico di famiglia"
relatori: dr Zaja, dr.ssa Patriarca, dr.ssa Candoni
animatori: dr Adinolfi, dr Di Marco

Sedi delle riunioni di aggiornamento:

Udine : Centro Culturale "Paolino d'Aquileia", via Treppo 7
Udine : ENAIP Pasian di Prato, via L. da Vinci

Per tutti gli eventi è stato chiesto l'Accreditamento ECM e il servizio di Guardia Medica


Evento a titolo: "L'insufficienza renale cronica oggi: l'integrazione tra il MMG e lo specialista nefrologo".

13/11/2004 Udine. ENAIP , Pasian di Prato - ore 8.30 - 13

Egr. Collega,

la riduzione progressiva del filtrato glomerulare si associa ad aumento non lineare delle concentrazioni plasmatiche di creatinina ed urea. Gli effetti funzionati dell'IRC possono essere sintetizzati in una diminuita riserva renale con ritenzione idrosalina o, al contrario, incapacità di concentrare correttamente le urine, e incapacità di eliminare completamente le sostanze azotate.

Il quadro, dominato da un ingravescente stato catabolico con attivazione dei meccanismi infiammatori a volte in modo clinicamente rilevante, coinvolge tutti gli apparati (cardiovascolare, endocrino, osseo, digerente etc.) richiede interventi terapeutici articolati.

La terapia dell'IRC è favorita da una precoce diagnosi della malattia renale, che permette di migliorare la sopravvivenza a breve e lungo termine del paziente, di facilitare il trattamento delle concause, di rallentare la evoluzione dell'IRC, di preparare il Paziente stesso al trattamento sostitutivo.

Un recente studio ha dimostrato ( Am J Kidney Dis. 2003) che il rischio di mortalità è più basso per quei pazienti che si sono sottoposti almeno a 2 visite nefrologiche nell'anno precedente l'inizio della terapia dialitica, nonostante ciò i casi di "late referral" continuano a rimanere elevati. Negli USA, come viene riportato in uno studio pubblicato a Marzo su Kidney Int, la prevalenza di IRC è molto più alta di quanto finora registrato e un largo numero di pazienti ai primi stadi di IRC sono sottodiagnosticati.

La National Kidney foundation ha recentemente proposto una stadiazione delle malattia renali croniche secondo il filtrato glomerulare: lo stadio 3 (moderata riduzione) è definita da un VFG tra 30 e 59 ml/m/1.73 m2. Al di sotto di questo valore vi sarebbero 8 milioni di statunitensi.

Questi Pazienti sono a rischio per sviluppare una uremia terminale e, ancor più, per lo sviluppo di malattie cardiovascolari essendo l'insufficienza renale cronica fattore di rischio indipendente per l'outcome cardiovascolare e, più in generale, per la mortalità da qualsiasi patologia.

Un miglioramento nell'individuazione e nella terapia di questa classe di pazienti può venire da una stretta interazione tra specialista nefrologo e medico di base e ,in questa ottica, abbiamo ritenuto utile organizzare un incontro/confronto nell'ambito dell'aggiornamento obbligatorio che spero incontri il Tuo interesse.

Dr Massimo Adorati Menegato