Titolo

(Ricorso 5 maggio 2006)

Ricorso per questione di legittimitā costituzionale depositato in cancelleria il 5 maggio 2006
(della Regione Emilia-Romagna)

Stupefacenti e sostanze psicotrope - Disposizioni per favorire il recupero dei tossicodipendenti recidivi e modifiche al T.U. delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e delle sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza - Previsione dei livelli essenziali relativi alla libertā di scelta dell'assistito - Ricorso della Regione Emilia-Romagna - Denunciata lesione della sfera di competenza regionale in materia di tutela della salute e di politiche sociali - Violazione dell'autonomia finanziaria regionale - Richiamo alla sentenza della Corte costituzionale n. 200/2005.
- D.L. 30 dicembre 2005, n. 272, art. 4-quinquiesdecies, conv. in legge 21 febbraio 2006, n. 49, in relazione al nuovo art. 116, primo comma, prima parte del d.P.R. 9 ottobre 1990, n. 309.
- Costituzione, artt. 117, comma secondo, lett. m) e comma quarto, 118 e 119.

Stupefacenti e sostanze psicotrope - Disposizioni per favorire il recupero dei tossicodipendenti recidivi e modifica al T.U. delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e delle sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza - Autorizzazione delle strutture private alla specifica attivitā prescelta - Subordinazione al possesso di requisiti minimi (personalitā giuridica di diritto pubblico e privato, natura di associazione riconosciuta o riconoscibile ai sensi degli artt. 12 e ss. del c.c.; disponibilitā di locali e attrezzatura adeguata al tipo di attivitā prescelta e personale dotato di comprovata esperienza nel settore di attivitā prescelta; presenza di un'equipe multidisciplinare composta dalle figure professionali del medico, con specializzazioni attinenti alle patologie correlate alla tossicodipendenza, dello psichiatra e/o psicologo, in caso di scelta di attivitā di diagnosi della tossicodipendenza; presenza numericamente adeguata di educatori professionali e di comunitā, supportata dal medico e dallo psicologo, per la specifica attivitā di cura e riabilitazione) - Ricorso della Regione Emilia-Romagna - Denunciata violazione della sfera di competenza regionale in materia di tutela della salute ed organizzazione del servizio sanitario, trattandosi di livelli attinenti alle strutture sanitarie e non agli standard delle specifiche prestazioni.
- D.L. 30 dicembre 2005, n. 272, art. 4-quinquiesdecies, conv. in legge 21 febbraio 2006, n. 49, in relazione al nuovo art. 116, comma 2, d.P.R. 9 ottobre 1990, n. 309.
- Costituzione, artt. 117, comma secondo, lett. m).

Stupefacenti e sostanze psicotrope - Disposizioni per favorire il recupero dei tossicodipendenti recidivi e modifiche al T.U. delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e delle sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza - Previsione dell'esercizio delle attivitā di prevenzione e di intervento, secondo uniformi condizioni di paritā dei servizi pubblici per l'assistenza ai tossicodipendenti e delle strutture private autorizzate dal S.S.N. - Determinazione dei necessari requisiti strutturali, tecnologici, organizzativi e funzionali dei servizi pubblici per la tossicodipendenza e le strutture private che esercitano attivitā di prevenzione, cura e riabilitazione nel settore - Determinazione delle funzioni spettanti ai servizi pubblici ed alle strutture autorizzate pubbliche e private - Ricorso della Regione Emilia-Romagna - Denunciata violazione della sfera di competenza regionale in materia di tutela della salute e di politiche sociali - Lesione dell'atutonomia finaziaria regionale.
- D.L. 30 dicembre 2005, n. 272, conv. in legge 21 febbraio 2006, n. 49, art. 4-quaterdecies, in relazione al nuovo art. 113 del d.P.R. 9 ottobre 1990, n. 309.
- Costituzione, artt. 117 e 119.

Stupefacenti e sostanze psicotrope - Disposizioni per favorire il recupero dei tossicodipendenti recidivi e modifica al T.U. delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e delle sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza - Attribuzione all'assemblea regionale e provinciale del potere di riparto, agli enti destinatari, delle somme percepite a titolo di erogazioni liberali di cui all'art. 100 del T.U. delle imposte sui redditi approvato con d.P.R. n. 917/1986 - Ricorso della Regione Emilia-Romagna - Denunciata violazione dell'autonomia organizzativa regionale.
- D.L. 30 dicembre 2005, n. 272, conv. in legge 21 febbraio 2006, n. 49, art. 4-quinquiesdecies, in relazione all'art. 116, comma 9, del d.P.R. 9 ottobre 1990, n. 309.
- Costituzione, art. 117, comma quarto.

Stupefacenti e sostanze psicotrope - Disposizioni per favorire il recupero dei tossicodipendenti recidivi e modifiche al T.U. delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza - Disciplina dell'istanza per la sospensione dell'esecuzione della pena da parte di soggetto condannato per uno dei reati in materia di uso di sostanze stupefacenti o psicotrope - Certificazione attestante lo stato di tossicodipendenza, di alcoldipendenza, la procedura con la quale č stato accertato l'uso abituale di sostanze stupefacenti psicotrope o alcoliche, l'andamento del programma concordato eventualmente in corso e la sua idoneitā ai fini del recupero del condannato - Possibilitā di rilascio, oltre che da un SERT, anche da una struttura privata accreditata - Ricorso della Regione Emilia-Romagna - Denunciata violazione della sfera di competenza regionale in materia di tutela della salute e di organizzazione del servizio sanitario - Incidenza sui principi di imparzialitā e buon andamento della pubblica amministrazione - Lesione dell'autonomia finanziaria regionale.
- D.L. 30 dicembre 2005, n. 272, convertito in legge 21 febbraio 2006, n. 49, art. 4-undecies, in relazione al nuovo art. 94, comma 9, del d.P.R. 9 ottobre 1990, n. 309.
- Costituzione, artt. 117, commi terzo e quarto, 118 e 119.

Stupefacenti e sostanze psicotrope - Disposizioni per favorire il recupero dei tossicodipendenti recidivi e modifiche al T.U. delle leggi in materia di disciplina degli stupefacenti e sostanze psicotrope, prevenzione, cura e riabilitazione dei relativi stati di tossicodipendenza - Ricorso della Regione Emilia-Romagna - Denunciato stravolgimento del contenuto originario del d.P.R. n. 272/2005, con l'introduzione in sede di conversione di norme ad esso estranee - Denunciata mancata sottoposizione delle disposizioni impugnate alla Conferenza Stato-Regioni per l'acquisizione del prescritto parere - Denunciata mancanza della previa intesa con la Regione in sede di Conferenza permanente in tema di livelli essenziali delle prestazioni concernenti i diritti civili e politici - Violazione del principio di leale collaborazione.
- D.L. 30 dicembre 2005, n. 272, convertito in legge 21 febbraio 2006, n. 49, artt. 4-undecies, art. 4-quaterdecies e art. 4-quinquiesdecies.
- Costituzione, omessa indicazione numerica del parametro costituzionale.