Toscana - Legge 51/09 - articolo 16: Adeguamento delle strutture sanitarie pubbliche

  Articolo 16 - Adeguamento delle strutture sanitarie pubbliche

(Regione Toscana - legge n° 51, 5 agosto 2009)

1. Nel rispetto dell'obbligo primario di garantire la non interruzione del pubblico servizio erogato, nel caso di situazioni che presentino difformità rispetto ai requisiti prescritti, il direttore generale predispone un piano di intervento, contenente espliciti riferimenti alle azioni previste, anche allo scopo di garantire la qualità per l' utenza, con relativo cronoprogramma e correlato piano degli investimenti aziendali.
(modificato dall'articolo 37, comma 1, della legge regionale 26/14 - ndr)

2. Il piano di intervento comprende un'accurata valutazione degli eventuali rischi per il paziente connessi e, conseguentemente, l'individuazione e l'adozione di tutti gli accorgimenti, anche di natura organizzativa, atti a minimizzare gli eventuali rischi individuati.

3. La definizione del piano di intervento deve chiarire, ai fini dell'attribuzione delle relative responsabilità, le eventuali interrelazioni esistenti tra piani di investimento aziendali e funzioni e competenze attribuite agli enti per i servizi tecnico-amministrativi di area vasta (ESTAV), nonchè le modalità di raccordo con i piani di investimento regionali.
(modificato dall'articolo 10, comma 1, della legge regionale 50/16 - ndr)

4. La Giunta regionale effettua il monitoraggio sull'esecuzione dei piani di intervento avvalendosi dei dipartimenti di prevenzione di cui all'art. 15, comma 5.
(modificato dall'articolo 37, comma 2, della legge regionale 26/14 e dall'articolo 10, comma 2, della legge regionale 50/16 - ndr)

5. In caso di difformità rilevate rispetto al piano di intervento, la Giunta regionale acquisisce, per le conseguenti determinazioni, il parere della Commissione regionale per la qualità e la sicurezza di cui all'art. 40, che effettua una valutazione complessiva, anche in relazione agli atti aziendali in possesso dell'amministrazione regionale e alle determinazioni del competente settore della Direzione generale Diritto alla salute e politiche di solidarietà in materia di investimenti sanitari.
(modificato dall'articolo 10, comma 3, della legge regionale 50/16 - ndr)


articolo precedente // articolo successivo