Toscana - DPGR 46/01 - articolo 4: Modifiche per ampliamento del tipo di trasporto sanitario consentito

Articolo 4 - Modifiche per ampliamento del tipo di trasporto sanitario consentito

(Regione Toscana - Decreto del Presidente della Giunta Regionale n° 46, 1 ottobre 2001)

1. Qualora il titolare di autorizzazione all'esercizio dell'attività di trasporto sanitario di solo primo soccorso ed ordinario intenda svolgere anche l'attività di trasporto, di soccorso e di rianimazione, con autoambulanze di tipo A oppure di tipo A1, deve richiedere la modifica dell'autorizzazione con l'ampliamento del tipo di trasporto consentito. A tal fine invia al comune, ed in copia all'Azienda U.S.L. competente, esplicita richiesta di ampliamento allegando la documentazione comprovante il possesso dei maggiori requisiti previsti, e precisamente:

  1. una o più autoambulanze di tipo A (oppure di tipo A1), con le attrezzature sanitarie idonee ed il materiale di cui alle Tabelle ex Art. 7 legge regionale 25/2001;

  2. personale di soccorso e personale medico in possesso dei requisiti definiti dalle Tabelle ex Art. 7 legge regionale n. 25/2001 (e/o dichiarazione che il personale medico è fornito dall'Azienda U.S.L.).

2. La Commissione di vigilanza dell'Azienda U.S.L. competente per territorio effettua tempestivamente le necessarie verifiche sul possesso dei requisiti ed invia al comune, nel termine di 20 giorni dal ricevimento della richiesta di modifica, il proprio parere motivato, in ordine all'approvazione o al diniego dell'istanza, (comprensivo dell'eventuale dichiarazione concernente il personale medico). Entro 20 giorni il comune adotta il conseguente provvedimento.

3. I provvedimenti del comune, sia per la prima autorizzazione sia per l'autorizzazione all'ampliamento del tipo di trasporto consentito sono immediatamente comunicati al soggetto interessato ed all'Azienda U.S.L. competente.


articolo precedente // articolo successivo