Decreto Ministero Giustizia 29.10.21 - articolo 4: Cessazione dell'appartenenza alla sezione paralimpica e reimpiego

  Articolo 4 - Cessazione dell'appartenenza alla sezione paralimpica e reimpiego

(Decreto del Ministero della Giustizia, 29 ottobre 2021)

1. Gli atleti paralimpici assunti con le modalità previste dall'articolo 2 cessano di appartenere alla sezione paralimpica dei Gruppi Sportivi del Corpo di polizia penitenziaria non prima di quattro anni dalla data della loro assunzione, previa deliberazione del Consiglio direttivo delle «Fiamme Azzurre», qualora gli stessi, nelle due stagioni agonistiche precedenti alla data della cessazione, siano usciti dal «Club Italia Paralimpico» ovvero non siano riusciti a conseguire o mantenere l'attestato di atleta di interesse nazionale paralimpico rilasciato dal Comitato Italiano Paralimpico, ovvero dalla Federazione sportiva di appartenenza.

2. I soggetti di cui al comma 1 sono impiegati, in considerazione delle disabilità di cui sono portatori, in attività amministrative di supporto e direttamente connesse ai servizi d'istituto, come previsto dall'articolo 5, comma 3, della legge 15 dicembre 1990, n. 395.

3. Ove la disabilità del soggetto di cui al comma 1 sia tale da escluderne l'impiego ai sensi del comma 2, si procede ai sensi dell'articolo 75 del decreto legislativo 30 ottobre 1992, n. 443. Agli atleti è comunque garantita la priorità d'impiego nelle funzioni previste dal comma 7 del predetto articolo 75.


articolo precedente // articolo successivo