Determina AIFA 02.09.21 - Drovelis - allegato

  Allegato

(Determina dell'Agenzia Italiana del Farmaco, 2 settembre 2021)

Inserimento, in accordo all'art. 12, comma 5 della legge n. 189/2012, in apposita sezione (denominata Classe C (nn)) dedicata ai farmaci non ancora valutati ai fini della rimborsabilità nelle more della presentazione da parte dell'azienda interessata di un'eventuale domanda di diversa classificazione. Le informazioni riportate costituiscono un estratto degli allegati alle decisioni della Commissione europea relative all'autorizzazione all'immissione in commercio dei farmaci. Si rimanda quindi alla versione integrale di tali documenti.

 

Farmaco di nuova registrazione
DROVELIS
Codice ATC - Principio attivo: G03AA18 Drospirenone/estetrolo
Titolare: Gedeon Richter PLC
Cod. procedura EMEA/H/C/005336/0000
GUUE 25 giugno 2021

Medicinale sottoposto a monitoraggio addizionale. Ciò permetterà la rapida identificazione di nuove informazioni sulla sicurezza. Agli operatori sanitari è richiesto di segnalare qualsiasi reazione avversa sospetta. Vedere paragrafo 4.8 per informazioni sulle modalità di segnalazione delle reazioni avverse.

Indicazioni terapeutiche
Contraccezione orale.
La decisione di prescrivere «Drovelis» deve tenere in considerazione i fattori di rischio attuali di ogni singola donna, in particolare quelli relativi alla tromboembolia venosa (TEV), e il rischio di TEV associato a «Drovelis» in confronto ad altri contraccettivi ormonali combinati (COC) (vedere paragrafi 4.3 e 4.4).

Modo di somministrazione
Come assumere «Drovelis».
Uso orale.
Deve essere assunta una compressa ogni giorno per ventotto giorni consecutivi. La compressa deve essere presa ogni giorno alla stessa ora circa, se necessario, con un pò di liquido, seguendo l'ordine indicato sul blister. Ogni confezione inizia con 24 compresse attive rosa, seguite da 4 compresse di placebo bianche. Ogni confezione successiva viene iniziata il giorno dopo l'ultima compressa della confezione precedente.
Sono fornite etichette adesive che riportano i sette giorni della settimana. Sul blister va applicata l'etichetta del giorno della settimana in cui si comincia ad assumere la prima compressa.
Il sanguinamento da sospensione inizia generalmente dopo 2-3 giorni dall'inizio delle compresse di placebo bianche e può essere che non sia ancora terminato all'inizio della nuova confezione. Vedere «Controllo del ciclo» al paragrafo 4.4.
Come iniziare l'assunzione di «Drovelis»
- Nessun trattamento contraccettivo ormonale (nel mese precedente)
L'assunzione delle compresse deve iniziare il primo giorno del ciclo mestruale naturale, cioè il primo giorno delle mestruazioni e in tal caso non è necessario adottare ulteriori misure contraccettive.
Se la prima compressa viene assunta nei giorni da 2 a 5 delle mestruazioni della donna, questo medicinale non sarà efficace fino a dopo i primi sette giorni consecutivi di assunzione delle compresse attive rosa. Durante questi primi sette giorni deve pertanto essere utilizzato un metodo contraccettivo di barriera affidabile, come un preservativo. Prima di iniziare «Drovelis» deve essere considerata la possibilità di gravidanza.
- Passaggio da un contraccettivo ormonale combinato (COC) (contraccettivo orale combinato, anello vaginale o cerotto transdermico)
La donna deve assumere «Drovelis» preferibilmente il giorno successivo all'ultima compressa attiva (l'ultima compressa contenente i principi attivi) del contraccettivo orale combinato precedente, al più tardi il giorno successivo all'intervallo libero da pillola o con assunzione di compresse di placebo del contraccettivo orale combinato precedente.
In caso di anello vaginale o cerotto transdermico, la donna deve iniziare ad assumere «Drovelis» preferibilmente il giorno della rimozione del dispositivo, al più tardi il giorno previsto per l'applicazione successiva.
- Passaggio da un metodo a base di solo progestinico (pillola progestinica, iniettabile, impianto) o da un sistema intrauterino (IUS) a rilascio di progestinico
Il passaggio dalla pillola progestinica può avvenire in un giorno qualsiasi (da un impianto o IUS nel giorno della rimozione e da un contraccettivo iniettabile il giorno nel quale sarebbe stata prevista l'iniezione successiva); in tutti questi casi, alla donna deve essere consigliato di utilizzare un metodo di barriera aggiuntivo per i primi sette giorni consecutivi di assunzione delle compresse.
- Dopo un aborto nel primo trimestre di gravidanza
La donna può iniziare l'assunzione immediatamente. In tal caso non è necessario adottare ulteriori misure contraccettive.
- Dopo un parto o un aborto nel secondo trimestre di gravidanza
Alla donna deve essere consigliata l'assunzione tra il giorno 21 e il giorno 28 dopo un parto o dopo un aborto nel secondo trimestre di gravidanza. In caso di inizio più tardivo, alla donna deve essere consigliato l'uso di un metodo di barriera aggiuntivo per i primi sette giorni. Tuttavia, se sono già avvenuti rapporti sessuali, prima di iniziare l'uso del contraccettivo ormonale combinato deve essere esclusa una gravidanza, oppure la donna deve attendere la comparsa del primo ciclo mestruale.
Per l'uso durante l'allattamento vedere paragrafo 4.6.
Gestione delle compresse dimenticate
Le compresse di placebo bianche nell'ultima fila del blister possono essere ignorate. Tuttavia devono essere scartate per evitare di prolungare involontariamente la fase delle compresse di placebo.
I seguenti consigli si riferiscono solo alla dimenticanza delle compresse attive rosa.
In caso di ritardo inferiore a ventiquattro ore nell'assunzione di una qualsiasi compressa attiva rosa, la protezione contraccettiva non è ridotta. La donna deve assumere la compressa dimenticata non appena se ne ricorda e quindi assumere le compresse successive all'ora abituale.
In caso di ritardo superiore a ventiquattro ore nell'assunzione di una qualsiasi compressa attiva rosa, la protezione contraccettiva può essere ridotta. Il comportamento da tenere in caso di dimenticanza delle compresse si basa su due regole fondamentali:
1. l'intervallo raccomandato per le compresse senza ormoni è di quattro giorni; l'assunzione delle compresse non deve mai essere interrotta per più di sette giorni;
2. sono necessari sette giorni di assunzione ininterrotta di compresse attive rosa per una soppressione adeguata dell'asse ipotalamo-ipofisi-ovaio.
Di conseguenza, nella pratica quotidiana possono essere seguite le raccomandazioni indicate di seguito.
Giorno 1-7
La donna deve assumere l'ultima compressa dimenticata non appena se ne ricorda, anche se ciò significa assumere due compresse contemporaneamente. Quindi continua ad assumere le compresse all'ora abituale. Inoltre, fino a che non siano trascorsi sette giorni di assunzione ininterrotta di compresse attive rosa, deve essere utilizzato un metodo di barriera, ad esempio un preservativo. In caso di rapporti sessuali nei sette giorni precedenti, deve essere considerata l'eventualità di una gravidanza.
Quante più compresse sono state dimenticate e quanto più vicino sono alla fase placebo, tanto maggiore è il rischio di gravidanza.
Giorno 8-17
La donna deve assumere l'ultima compressa dimenticata non appena se ne ricorda, anche se ciò significa assumere due compresse contemporaneamente. Quindi continua ad assumere le compresse all'ora abituale. Se la donna ha assunto correttamente le compresse nei sette giorni precedenti la prima compressa dimenticata, non è necessario adottare ulteriori misure contraccettive. Tuttavia, se ha dimenticato più di 1 compressa, la donna deve essere istruita ad adottare ulteriori misure precauzionali fino a che non siano trascorsi sette giorni di assunzione ininterrotta di compresse attive rosa.
Giorno 18-24
Il rischio di affidabilità ridotta è imminente per la vicinanza della fase di assunzione delle compresse di placebo. Tuttavia, modificando lo schema di assunzione delle compresse, si può ancora prevenire la ridotta protezione contraccettiva. Attenendosi ad una delle due opzioni seguenti non è quindi necessario adottare ulteriori misure contraccettive, a condizione che la donna abbia assunto correttamente tutte le compresse nei sette giorni precedenti la prima compressa dimenticata. In caso contrario, deve attenersi alla prima delle due opzioni e adottare ulteriori misure precauzionali nei sette giorni successivi di assunzione ininterrotta di compresse attive rosa.
1. La donna deve assumere l'ultima compressa dimenticata non appena se ne ricorda, anche se ciò significa assumere due compresse contemporaneamente. Quindi continua ad assumere le compresse all'ora abituale, fino a terminare le compresse attive rosa. Le 4 compresse di placebo bianche dell'ultima fila devono essere scartate. Il blister successivo deve essere iniziato immediatamente. E' improbabile che si verifichi un sanguinamento da sospensione fino al termine delle compresse attive rosa della seconda confezione, ma durante l'assunzione delle compresse attive rosa possono manifestarsi spotting o sanguinamento da rottura.
2. La donna può anche essere istruita a interrompere l'assunzione delle compresse attive rosa del blister in uso. In tal caso, deve assumere le compresse di placebo bianche dell'ultima fila per un massimo di quattro giorni, compresi i giorni in cui si è dimenticata di assumere le compresse, e quindi proseguire con il blister successivo.
Se la donna ha dimenticato di assumere qualche compressa e conseguentemente non presenta sanguinamento da sospensione nella fase delle compresse di placebo, deve essere considerata l'eventualità di una gravidanza.
Avvertenze in caso di disturbi gastrointestinali
In caso di disturbi gastrointestinali severi (ad es. vomito o diarrea), l'assorbimento dei principi attivi può essere incompleto e devono essere adottate misure contraccettive addizionali. In caso di vomito entro 3-4 ore dopo l'assunzione di una compressa attiva rosa, deve essere assunta al più presto una nuova compressa (sostitutiva). Se possibile, la nuova compressa attiva rosa deve essere assunta entro ventiquattro ore dall'ora di assunzione abituale. Qualora siano trascorse più di ventiquattro ore dall'ultima assunzione di una compressa, si applicano le istruzioni relative alla dimenticanza delle compresse riportate nel paragrafo 4.2 «Gestione delle compresse dimenticate» se applicabile. Se la donna non desidera modificare lo schema abituale di assunzione, deve prendere la compressa o le compresse attive rosa aggiuntive da un altro blister.
Come posticipare un sanguinamento da sospensione
Per ritardare le mestruazioni, la donna deve proseguire con un altro blister di «Drovelis» senza assumere le compresse di placebo bianche della confezione attuale. Il ciclo può essere prolungato nella misura desiderata, fino al termine delle compresse attive rosa della seconda confezione. Nella fase di prolungamento del ciclo la donna potrà presentare sanguinamento da rottura o spotting. L'assunzione regolare di «Drovelis» viene quindi ripresa dopo la fase delle compresse di placebo.
Per spostare le mestruazioni a un giorno della settimana diverso da quello previsto dallo schema di assunzione attuale, la donna può accorciare la fase delle compresse di placebo di quanti giorni desidera. Quanto più breve sarà l'intervallo, tanto maggiore sarà il rischio che non si verifichi il sanguinamento da sospensione e che si manifestino sanguinamento da rottura e spotting durante l'assunzione della confezione successiva (come avviene quando si ritarda la mestruazione).

Confezioni autorizzate:
EU/1/21/1547/001 A.I.C.: 049524010 /E in base 32: 1H7C9B
3 mg / 14.2 mg - compressa rivestita con film - uso orale - blister (pvc/alu) - 28 compresse
EU/1/21/1547/002 A.I.C.: 049524022 /E in base 32: 1H7C9Q
3 mg / 14.2 mg - compressa rivestita con film - uso orale - blister (pvc/alu) - 84 compresse
EU/1/21/1547/003 A.I.C.: 049524034 /E in base 32: 1H7CB2
3 mg / 14.2 mg - compressa rivestita con film - uso orale - blister (pvc/alu) - 168 compresse
EU/1/21/1547/004 A.I.C.: 049524046 /E in base 32: 1H7CBG
3 mg / 14.2 mg - compressa rivestita con film - uso orale - blister (pvc/alu) - 364 compresse

Altre condizioni e requisiti dell'autorizzazione all'immissione in commercio
- Rapporti periodici di aggiornamento sulla sicurezza (PSUR)
I requisiti per la presentazione degli PSUR per questo medicinale sono definiti nell'elenco delle date di riferimento per l'Unione europea (elenco EURD) di cui all'art. 107-quater, paragrafo 7, della direttiva 2001/83/CE e successive modifiche, pubblicato sul sito web dell'Agenzia europea dei medicinali.
Il titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio deve presentare il primo PSUR per questo medicinale entro sei mesi successivi all'autorizzazione.
Condizioni o limitazioni per quanto riguarda l'uso sicuro ed efficace del medicinale
- Piano di gestione del rischio (RMP)
Il titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio deve effettuare le attività e le azioni di farmacovigilanza richieste e dettagliate nel RMP approvato e presentato nel modulo 1.8.2 dell'autorizzazione all'immissione in commercio e in ogni successivo aggiornamento approvato del RMP.
Il RMP aggiornato deve essere presentato:
- su richiesta dell'Agenzia europea dei medicinali;
- ogni volta che il sistema di gestione del rischio è modificato, in particolare a seguito del ricevimento di nuove informazioni che possono portare a un cambiamento significativo del profilo beneficio/rischio o a seguito del raggiungimento di un importante obiettivo (di farmacovigilanza o di minimizzazione del rischio).
- Misure aggiuntive di minimizzazione del rischio
Prima del lancio di «Drovelis» in ogni Stato membro, il titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio dovrà concordare con l'Autorità nazionale competente il contenuto e il formato del materiale educazionale, compresi i mezzi di comunicazione, le modalità di distribuzione e tutti gli altri aspetti del programma.
I materiali educazionali sono mirati a fornire una guida su come gestire il rischio di eventi tromboembolici.
Il titolare dell'autorizzazione all'immissione in commercio dovrà assicurarsi che in ogni Stato membro in cui «Drovelis» è commercializzato, tutti gli operatori sanitari e i pazienti/chi li assiste, i quali possono prescrivere, dispensare o usare il prodotto, abbiano l'accesso a:
- lista di controllo per i prescrittori;
- scheda informativa per le donne.
La lista di controllo per i prescrittori ha lo scopo di avviare una discussione tra il prescrittore e la donna per valutare l'idoneità a ricevere «Drovelis», in particolare in merito alla presenza di alcune controindicazioni o fattori di rischio per gli eventi tromboembolici.
La lista di controllo per i prescrittori deve contenere i seguenti elementi chiave:
- punti da affrontare nel consulto (rischio di tromboembolia con i COC, effetto dei fattori di rischio intrinseco, allerta per segni e sintomi di una trombosi);
- lista di controllo delle controindicazioni:
- lista di controllo dei fattori di rischio;
- promemoria per avvisare le donne in merito alle situazioni in cui il rischio di tromboembolia risulti aumentato e di allertare l'operatore sanitario che si è in trattamento con un COC.
La scheda informativa per le donne viene fornita come parte del confezionamento del prodotto, e il relativo testo è incluso nell'allegato III. La scheda informativa per le donne è volta a fornire alle donne informazioni sul rischio di tromboembolia associata alla pillola contraccettiva orale combinata, sui fattori di rischio noti, nonchè su segni e sintomi di tromboembolia venosa e arteriosa e a sottolineare l'importanza del rilevamento precoce di qualsiasi evento tromboembolico.

Regime di fornitura:
- medicinale soggetto a prescrizione medica (RR) per le confezioni da 28 (1 × 28) e 84 (3 × 28) compresse rivestite con film.
- medicinale soggetto a prescrizione medica da rinnovare volta per volta (RNR) per le confezioni da 168 (6 × 28) e 364 (13 × 28) compresse rivestite con film.