Ordinanza PCM-DPC 04.08.20 - articolo 1: Modifica della disciplina relativa ai dati della sorveglianza Covid-19, epidemiologica, microbiologica e clinica, di cui agli articoli 1, 2 e 3, dell'ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile n. 6

  Articolo 1 - Modifica della disciplina relativa ai dati della sorveglianza Covid-19, epidemiologica, microbiologica e clinica, di cui agli articoli 1, 2 e 3, dell'ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile n. 640 del 27 febbraio 2020

(Ordinanza della Presidenza del Consiglio dei Ministri Dipartimento della Protezione Civile, 4 agosto 2020)

1. Gli enti di cui agli articoli 1, 2 e 3, dell'ordinanza del Capo del Dipartimento della protezione civile n. 640 del 27 febbraio 2020 comunicano i dati della sorveglianza Covid-19, epidemiologica, microbiologica e clinica, in forma aggregata, al Capo del Dipartimento della protezione civile ed alle regioni e Province autonome di Trento e Bolzano mettendo a disposizione i dati di rispettiva competenza territoriale.

2. Gli enti di cui al comma 1 condividono tra loro i dati mediante interconnessione delle rispettive piattaforme e danno tempestiva comunicazione degli stessi al Ministero della salute.

3. I predetti enti comunicano i dati raccolti, previa specifica e motivata istanza, ai centri di competenza nell'ambito scientifico e di ricerca, nonchŔ verso enti di particolare rilevanza scientifica, nazionali ed internazionali, e, verso le pubbliche amministrazioni, in forma aggregata o con modalitÓ di pseudonimizzazione con doppio codice random.

4. Le istanze di cui al comma 3, sono inviate all'Istituto superiore di sanitÓ per i dati di sorveglianza epidemiologica e microbiologica ed all'Istituto nazionale malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma per i dati di sorveglianza clinica.

5. Gli enti di cui al comma 1 possono rendere disponibili, unicamente nei propri siti-web istituzionali, i dati delle rispettive sorveglianze Covid-19 in modalitÓ aggregata adottando metodiche adeguate tali da impedire ogni possibile riconducibilitÓ ai soggetti interessati.

6. I dati di sorveglianza epidemiologica e microbiologica sono comunicati all'Organizzazione mondiale della sanitÓ (OMS) e all'European Center for Disease Control (ECDC), in modalitÓ pseudonimizzata, tenuto conto delle finalitÓ e delle specifiche caratteristiche dei rispettivi data-base, in relazione alla prevenzione, contenimento e contrasto alla pandemia da Sars cov.-2.


premessa // articolo successivo