DMS 03.02.12 - premessa

  Premessa

(Decreto del Ministero della Salute, 3 febbraio 2012)

IL MINISTRO DELLA SALUTE

Vista la legge 21 ottobre 2005, n 219, recante: «Nuova disciplina delle attività trasfusionali e della produzione nazionale di emoderivati» e successive modificazioni ed integrazioni;

Visti i decreti del Ministro della salute 3 marzo 2005, recanti rispettivamente: «Protocolli per l'accertamento della idoneità del donatore di sangue e di emocomponenti» e «Caratteristiche e modalità per la donazione del sangue e di emocomponenti», entrambi predisposti anche in attuazione della direttiva 2004/33/CE del 22 marzo 2004, relativa a taluni requisiti tecnici del sangue e degli emocomponenti, pubblicati nella Gazzetta Ufficiale 13 aprile 2005, n. 85

Visto il decreto legislativo 20 dicembre 2007, n. 261, recante «Revisione del decreto legislativo 19 agosto 2005, n. 191, recante attuazione della direttiva 2002/98/CE, che stabilisce norme di qualità e di sicurezza per la raccolta, il controllo, la lavorazione, la conservazione e la distribuzione del sangue umano e dei suoi componenti»;

Vista la direttiva di esecuzione 2011/38/UE della Commissione dell'11 aprile 2011, che modifica l'allegato V della direttiva 2004/33/CE per quanto riguarda i valori massimi del pH per i concentrati piastrinici alla fine del periodo massimo di conservazione e che in particolare all'art. 2, paragrafo 1, prevede l'adozione delle misure di recepimento entro il 30 giugno 2011;

Ritenuto necessario recepire le disposizioni della citata direttiva 2011/38/UE, provvedendo a modificare al decreto del Ministro della salute 3 marzo 2005, recante: «Caratteristiche e modalità per la donazione del sangue e di emocomponenti» l'allegato 2 - «Preparazione degli emocomponenti e loro conservazione», richiamato dall'art. 7 del medesimo decreto;

Sentita la Consulta Tecnica Permanente per il Sistema Trasfusionale nella seduta dell'8 settembre 2011;

Acquisito il parere favorevole della Conferenza permanente per i rapporti tra lo Stato, le regioni e le province autonome di Trento e Bolzano in data 19 gennaio 2012;

Decreta:


articolo successivo