DMS 28.03.11* - premessa

  Premessa

(Decreto del Ministero della Salute, 28 marzo 2011)

IL MINISTRO DELLA SALUTE
di concerto con
IL MINISTRO DELL'AMBIENTE E DELLA TUTELA DEL TERRITORIO E DEL MARE

Visto il decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31, relativo alla qualitą delle acque destinate al consumo umano, ed in particolare l'art. 13;

Viste le motivate richieste delle Regioni Lazio e Toscana circa la necessitą di un periodo di deroga, al fine di dare attuazione ai provvedimenti necessari per ripristinare la qualitą dell'acqua;

Visto il parere del Consiglio superiore di sanitą espresso nella seduta del 25 marzo 2009 in merito alla possibilitą di rinnovo di VMA per i parametri vanadio, clorito e trialometani per il triennio 2010-2012;

Visti i valori massimi ammissibili fissati dal Consiglio superiore di sanitą nella seduta del 19 gennaio 2011;

Considerato che, ai sensi del comma 11 del succitato art. 13, la popolazione interessata deve essere tempestivamente e adeguatamente informata circa le deroghe applicate e le condizioni che le disciplinano, qualsiasi sia l'utilizzo dell'acqua erogata, compreso quello per la produzione, preparazione o trattamento degli alimenti;

Decreta:


articolo successivo