CPRSRP 10.02.11* - indice

  INTESA DELLA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO, 10 FEBBRAIO 2011
(Gazzetta Ufficiale n. 50 del 02.03.11, Supplemento ordinario n. 60)

Intesa, ai sensi dell'articolo 8 comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano concernente il «Documento per la valutazione dei Piani regionali della prevenzione 2010 - 2012». (Rep. Atti n. 29/CSR del 10 febbraio 2011)

LA CONFERENZA PERMANENTE PER I RAPPORTI TRA LO STATO, LE REGIONI E LE PROVINCE AUTONOME DI TRENTO E BOLZANO

Nell'odierna seduta del 10 febbraio 2011:

Visto l'art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, che prevede la possibilitą per il Governo di promuovere, in sede di Conferenza Stato-Regioni o di Conferenza Unificata, la stipula di intese dirette a favorire l'armonizzazione delle rispettive legislazioni o il raggiungimento di posizioni unitarie o il conseguimento di obiettivi comuni;

Visto l'art. 15, comma 1 dell'Intesa Stato-Regioni del 3 dicembre 2009 (Rep. Atti n. 243/CSR) concernente il nuovo Patto per la salute per gli anni 2010-2012, il quale prevede che mediante Intesa sottoscritta ai sensi dell'art. 8, comma 6, della legge 5 giugno 2003, n. 131, si approvi il Piano nazionale per la prevenzione per gli anni 2010-2012;

Vista l'intesa Stato-Regioni del 29 aprile 2010 (Rep. Atti n. 63/CSR) - come modificata con successiva Intesa del 7 ottobre 2010 (Rep. Atti n. 166/CSR) - concernente il Piano nazionale per la prevenzione per gli anni 2010-2012, che:

all'art. 1, comma 2, prevede l'adozione da parte delle Regioni del Piano regionale di prevenzione per la realizzazione degli interventi previsti dal PNP 201 0-2012;

all'art. 1, comma 5, stabilisce che le Regioni medesime trasmettano annualmente alla Direzione operativa del Centro nazionale per la prevenzione ed il controllo delle malattie idonea documentazione sulle attivitą svolte al fine di consentire la certificazione dell'avvenuto raggiungimento degli obiettivi previsti dal Piano regionale;

all'Allegato 3 espone i criteri generali per la valutazione e la certificazione dei Piani regionali della prevenzione che interessano;

Vista la nota pervenuta in data 10 gennaio 2011, con la quale il Ministero della salute ha trasmesso, ai fini del perfezionamento di una apposita intesa in sede di Conferenza Stato-Regioni, un documento volto a definire con maggior dettaglio gli obiettivi, l'oggetto, i principi, le procedure e-la tempistica per la valutazione dei Piani regionali di prevenzione 2010-2012;

Vista la lettera in data 13 gennaio 2011, con la quale il documento di cui trattasi č stato diramato alle Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano;

Considerato che, nel corso della riunione tecnica svoltasi il 2 febbraio 2011, sono state concordate talune modifiche migliorative del documento in parola;

Vista la lettera del 2 febbraio 2011, diramata in data 3 febbraio 2011, con la quale il Ministero della salute ha inviato la versione definitiva del documento in oggetto, Allegato sub A, parte integrante del presente atto, che recepisce le modifiche concordate nel corso della predetta riunione;

Acquisito, nel corso dell'odierna seduta, l'assenso del Governo e delle Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano sulla proposta di intesa in oggetto;

Sancisce intesa:

tra il Governo, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano sul «Documento per la valutazione dei Piani regionali della prevenzione 2010 - 2012», nel testo pervenuto dal Ministero della salute con la predetta nota del 2 febbraio 2011, Allegato sub A, parte integrante del presente atto.

Roma, 10 febbraio 2011

Il presidente: Fitto

Il segretario: Siniscalchi