Circolare ARAN 9415/08: AVVERTENZE PER LA COMPILAZIONE E L'INVIO DELLE SCHEDE DI RILEVAZIONE

(Circolare dell'Agenzia per la Rappresentanza Negoziale delle Pubbliche Amministrazioni n. 9415, 31 ottobre 2008)

AVVERTENZE PER LA COMPILAZIONE E L'INVIO DELLE SCHEDE DI RILEVAZIONE

Come noto, l'art. 43, comma 7, del decreto legislativo n. 165 del 2001 attribuisce all'Aran la competenza in merito alla raccolta delle deleghe e ad ogni singola amministrazione quella inerente la rilevazione e trasmissione dei propri dati.

La raccolta deve essere oggettiva ed effettuata con modalitÓ uniformi per tutte le amministrazioni. Per cui, per la compilazione delle schede, non devono essere prese in considerazione indicazioni provenienti da soggetti diversi dall'Aran (sindacati o altro). Le organizzazioni sindacali, che hanno il diritto di verificare che le schede di pertinenza siano esatte (a tale scopo la legge ha previsto che siano sottoscritte dal sindacato interessato) nel numero, nella denominazione e nell'entitÓ del contributo, non possono per˛ fornire indicazioni circa le modalitÓ della loro compilazione, e nel caso in cui ci˛ avvenga, come verificatosi nelle precedenti rilevazioni, le amministrazioni non devono tenerne conto, attenendosi scrupolosamente alle modalitÓ indicate nella presente nota.

Si richiama l'attenzione sulla necessitÓ che le schede vengano compilate con particolare diligenza ed attenzione atteso che l'Aran si limita a registrare, senza alcuna interpretazione dei dati inviati, le comunicazioni formalmente trasmesse dalle amministrazioni. Sempre in ragione dell'impossibilitÓ, per questa Agenzia, di operare qualsiasi modifica dei dati ricevuti, qualora siano riscontrate omissioni o irregolaritÓ, verrÓ chiesto l'invio di nuove schede a rettifica di quelle errate giÓ pervenute che verranno integralmente sostituite. L'Aran, infatti, non gestisce le partite stipendiali dei dipendenti, e, in carenza di elementi formali, non pu˛ procedere a valutazioni unilaterali, ma solamente prendere atto delle schede inviate dalle amministrazioni che ne hanno la competenza ai sensi di legge.