Decreto legislativo 196/03 - articolo 38: ModalitÓ di notificazione

Articolo 38 - ModalitÓ di notificazione

(Decreto legislativo n░ 196, 30 giugno 2003)

(NOTA DEL REDATTORE)

1. La notificazione del trattamento Ŕ presentata al Garante prima dell'inizio del trattamento ed una sola volta, a prescindere dal numero delle operazioni e della durata del trattamento da effettuare, e pu˛ anche riguardare uno o pi¨ trattamenti con finalitÓ correlate.

2. La notificazione Ŕ validamente effettuata solo se Ŕ trasmessa per via telematica utilizzando il modello predisposto dal Garante e osservando le prescrizioni da questi impartite, anche per quanto riguarda le modalitÓ di sottoscrizione con firma digitale e di conferma del ricevimento della notificazione.
(modificato dall'articolo 29, comma 4, del decreto-legge 112/08 come modificato dalla legge di conversione - ndr)

(inserito il comma 2-bis dall'articolo 2-quinquies, comma 1, lettera b) della legge 138/04 - ndr)

3. Il Garante favorisce la disponibilitÓ del modello per via telematica e la notificazione anche attraverso convenzioni stipulate con soggetti autorizzati in base alla normativa vigente, anche presso associazioni di categoria e ordini professionali.

4. Una nuova notificazione Ŕ richiesta solo anteriormente alla cessazione del trattamento o al mutamento di taluno degli elementi da indicare nella notificazione medesima.

5. Il Garante pu˛ individuare altro idoneo sistema per la notificazione in riferimento a nuove soluzioni tecnologiche previste dalla normativa vigente.

6. Il titolare del trattamento che non Ŕ tenuto alla notificazione al Garante ai sensi dell'articolo 37 fornisce le notizie contenute nel modello di cui al comma 2 a chi ne fa richiesta, salvo che il trattamento riguardi pubblici registri, elenchi, atti o documenti conoscibili da chiunque.


articolo precedente // articolo successivo