DPCM 12.04.06 - premessa

Premessa

(Direttiva del Presidente del Consiglio dei Ministri, 12 aprile 2006)

IL PRESIDENTE DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI

Vista la legge 23 agosto 1988, n. 400, recante «disciplina dell'attività di Governo e ordinamento della Presidenza del Consiglio dei Ministri» ed in particolare l'art. 5, comma 2, lettera a);

Vista la legge 21 ottobre 2005, n. 219, recante «nuova disciplina delle attività trasfusionali e della produzione nazionale degli emoderivati» ed in particolare l'art. 7;

Visto lo schema di Piano sanitario nazionale 2006-2008, così come approvato nella Conferenza Stato - regioni del 28 marzo 2006, che promuove la collaborazione tra il Ministero della salute e le associazioni e federazioni di donatori volontari per l'attuazione di campagne nazionali rivolte al perseguimento dell'obiettivo del raggiungimento e mantenimento della costante autosufficienza del sangue e dei suoi emoderivati sul territorio nazionale;

Considerato che l'Associazione volontari italiani sangue (A.V.I.S.), la Federazione italiana associazioni donatori sangue (F.I.D.A.S.); la Croce rossa italiana (C.R.I.) e la Consociazione nazionale donatori di sangue (FRATRES), tramite il Comitato di coordinamento C.I.V.I.S. hanno fatto pervenire al Ministero della salute, in data 29 marzo 2006, una richiesta volta all'indizione della Giornata nazionale del donatore di sangue per il giorno 14 giugno 2006;

Ritenuta l'opportunità di promuovere una giornata orientata a promuovere la donazione volontaria del sangue e degli emoderivati;

Visti gli articoli 45 e 46 della legge 23 dicembre 1978, n. 833;

Vista la legge-quadro sul volontariato, 11 agosto 1991, n. 266, che riconosce il ruolo fondamentale ed insostituibile delle associazioni di volontariato;

Emana

la seguente direttiva:


direttiva