DMS 22.12.04 - articolo 1

Articolo 1

(Decreto del Ministero della salute, 22 dicembre 2004)

1. Le regioni e province autonome che entro il 31 gennaio 2005 abbiano fatto o facciano regolare e motivata richiesta al Ministero della salute ed al Ministero dell'ambiente e tutela del territorio, possono stabilire il rinnovo delle deroghe ai valori di parametro fissati nell'allegato I, parte B, del decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31, già concesse per i parametri Boro, Arsenico, Fluoro, Vanadio, Selenio, Nichel, Cloriti e Trialometani entro i seguenti Valori Massimi Ammissibili (VMA):

Boro 3 mg/l;
Arsenico 50 µg/l;
Fluoro 2,5 mg/l;
Vanadio 160 µg/l;
Selenio 20 µg//l;
Nichel 50 µg/l;
Cloriti 1,3 mg/l;
Trialometani 80 µg/l.

2. I suddetti VMA possono essere concessi fino al 31 dicembre 2005.

3. Tali VMA possono essere oggetto di immediata revisione a fronte di evidenze scientifiche più conservative.

4. Sono escluse dai procedimenti di deroga e sono comunque obbligate al rispetto dei limiti previsti dalla normativa le industrie alimentari ad eccezione di quelle di tipo artigianale con distribuzione del prodotto in ambito locale. Si rimanda alle Autorità regionali e provinciali la valutazione di ulteriori esclusioni e/o limitazioni temporali.

5. Le regioni e province autonome che si avvarranno della facoltà di deroga dovranno presentare, entro il 30 settembre 2005, una documentazione completa e dettagliata relativamente:

a) allo stato di avanzamento degli interventi posti in atto per rientrare nei limiti richiesti dalla normativa vigente;

b) ai provvedimenti per la copertura finanziaria degli interventi;

c) alle analisi effettuate nel periodo settembre 2004-settembre 2005 relative ai parametri per i quali è stata richiesta la deroga;

d) ai provvedimenti di risanamento ambientale già realizzati e quelli in programmazione nel caso in cui la deroga sia richiesta per motivi collegati alla situazione ambientale;

e) alle attività realizzate ai fini dell'informazione alla popolazione interessata dal problema, in attuazione al disposto di cui al decreto legislativo 2 febbraio 2001, n. 31, art. 13, comma 11, specifico riferimento all'uso razionale di eventuali prodotti integratori.


premessa // articolo successivo