Determinazione AIF 29.10.04 - allegato 2

Allegato 2

(Agenzia italiana del farmaco, determinazione 29 ottobre 2004)

PHT - PRONTUARIO DELLA DISTRIBUZIONE DIRETTA
Per la presa in carico e la continuità assistenziale H (Ospedale) - T (Territorio)

Il PH-T - Prontuario della Distribuzione Diretta ovvero con forme alternative di distribuzione che garantiscono uno specifico monitoraggio dei consumi e la presa in carico e la continuità assistenziale H (Ospedale) - T (Territorio), si basa sui seguenti principi:

- La concezione e la struttura dei servizi assistenziali si è radicalmente modificata negli ultimi anni; in particolare è cambiata la organizzazione dell'ospedale, concepito come area della terapia intensiva e della criticità, mentre alla medicina territoriale viene affidata la gestione della cronicità.

- Tale modificazione concettuale e strutturale comporta la necessità di garantire una continuità assistenziale tra l'ospedale (Area intensiva) e territorio (Area della cronicita); il PH-T è concepito come strumento per assicurare tale continuità, ponendo il paziente al centro della strategia assistenziale, caratterizzata da criticità diagnostica e terapeutica e dalla esigenza di un periodico follow-up con la struttura specialistica e da accessi programmati e periodici da parte del paziente.

- In conseguenza di ciò il PH-T non scaturisce prioritariamente dalla necessità di un contenimento della spesa, ma dalla esigenza di adeguamento delle strategie assistenziali ai processi di trasformazione in Sanità, senza destrutturare l'attuale sistema distributivo intermedio e finale.

- I criteri per la definizione della lista dei farmaci inclusi nel PH-T sono quelli della diagnostica differenziale, della criticità terapeutica, del controllo periodico da parte della struttura specialistica, che determina le condizioni per una maggiore appropriatezza diagnostico-assistenziale, una verifica della compliance del paziente e uno strumento di monitoraggio del profilo di beneficio/rischio e di sorveglianza epidemiologica dei nuovi farmaci.

- Nel contesto di una adeguata procedura organizzativa, non si crea alcun disagio al paziente, ma anzi si realizza un beneficio potenziale, in quanto vengono contestualmente garantite il follow-up clinico e la distribuzione diretta del farmaco, evitando che il paziente debba recarsi alla struttura specialistica ospedaliera esclusivamente in ragione dell'accesso al farmaco.

- Coerentemente con i principi e con la logica suesposte, la lista dei farmaci inclusi nel PH-T deve essere sottoposta a revisione periodica per garantirne l'aggiornamento quando vengono a mancare le motivazioni di inclusione del farmaco nel PH-T.

- Secondo questo nuovo inquadramento vengono sostanzialmente a delinearsi tre ambiti della terapia, diversi per quanto attiene al setting assistenziale e di conseguenza alle modalità distributive:

1. Area H ovvero della terapia intensiva ospedaliera, il cui strumento è il PTO (Prontuario Terapeutico Ospedaliero) e i medicinali sono distribuiti esclusivamente dalla farmacia ospedaliera ai pazienti ospedalizzati o in ospedalizzazione domiciliare.

2. Area H-T ovvero della presa in carico e della continuità terapeutica, il cui strumento è il PH-T (Prontuario della Distribuzione Diretta).

3. Area T ovvero della cronicità o anche di terapie a breve termine per le situazioni cliniche che non richiedono la ospedalizzazione, il cui strumento è il PFN (Prontuario Farmaceutico Nazionale) con prescrizione da parte dei MMG e PLS e distribuzione da parte delle farmacie pubbliche e private.

Il PH-T rappresenta la lista dei medicinali per i quali sussistono le condizioni di impiego clinico e di setting assistenziale compatibili con la distribuzione diretta, ma la cui adozione, per entità e modalità dei farmaci elencati, dipende dall'assetto normativo, dalle scelte organizzative e dalle strategie assistenziali definite e assunte da ciascuna Regione.

PHT - Prontuario della distribuzione diretta
per la continuità assistenziale H (Ospedale) - T (Territorio)

PATOLOGIA ATC PRINCIPIO ATTIVO NOTA P*
Acomegalia H01CB02 Octreotide 40 P
H01CB03 Lanreotide 40 P
Anemia mediterranea V03AC01 Deferoxamina   P
Angioedema ereditario B02AB03 C1-Inibitore   P
Artrite reumatoide grave L04AA13 Leflunomide   P
Carenza primaria e secondaria di carnitina A16AA01 Levocarnitina 8 P
Coagulopatie gravi B02BB01 Fibrinogeno Umano   P
B02BD01 Complesso Protrombinico Umano P
B02BD02 Fattore VIII di Coagulazione Naturale P
B02BD02 Fattore VIII di Coagulazione Ricombinante P
B02BD02 Moroctocog Alfa P
B02BD02 Octocog Alfa P
B02BD03 Complesso Protrombinico Antiemofilico Umano P
B02BD04 Fattore IX di Coagulazione Naturale P
B02BD05 Fattore VII di Coagulazione Naturale P
B02BD09 Nonacog Alfa P
H01BA02 Desmopressina P
Diabete A10AE04 Insulina glargine   P
A10BG03 Pioglitazione P
A10BG02 Rosiglitazone P
Disassuefazione da oppiacei N07BB04 Naltrexone    
N07BC02 Meadone
Emolisi neonatale J06BB01 Ig Umana Anti-D (Rh)   P
Epatite cronica C J05AF05 Lamivudina 32 bis P
L03AB01 Interferone Alfa Naturale 32 P
L03AB04 Interferone Alfa-2a 32 P
L03AB05 Interferone Alfa-2b 32 P
L03AB06 Interferone Alfa-N1 32 P
L03AB09 Interferone Alfacon-1 32 P
L03AB10 Peginterferone Alfa-2b 32 P
L03AB11 Peginterferone Alfa-2a 32 P
Fibrosi cistica R05CB13 Dornase Alfa   P
Infertilità maschile e femminile G03GA02 Menotropina 74 P
G03GA04 Urofollitropina 74 P
G03GA05 Follitropina Alfa 74 P
G03GA06 Follitropina Beta 74 P
H01CA01 Gonadorelina   P
Infezioni virali da VZV e HSV o da CMV in trapiantati d'organo J05AB11 Valaciclovir 84  
Infezioni virali e fungine in pazienti affetti da HIV J05AB06 Valganciclovir   P
J05AD01 Foscarnet P
P01CX01 Pentamidina P
Iperfosfatemia in dializzati V03AE02 Sevelamer   P
Ipogonadismo ipogonadotropo G03BA03 Testosterone 36 P
Malattie neoplastiche -
Terapie di supporto
Anemie gravi
B03XA01 Epoetina Alfa 12 P
B03XA01 Epoetina Beta 12 P
B03XA02 Darbepoetina Alfa 12 P
H01CB02 Octreotide 40 P
H01CB03 Lanreotide 40 P
L01XX14 Tretinoina   P
L02AE01 Buserelina 51 P
L02AE02 Leuprorelina 51 P
L02AE03 Goserelina 51 P
L02AE04 Triptorelina 51 P
L02BB01 Flutamide    
L02BB03 Bicalutamide    
L03AA02 Filgrastim (R-Methug-Csf) 30 P
L03AA10 Lenograstim (R-Hug-Csf) 30 P
L03AA03 Molgramostim (R-Humg-Csf) 30 P
L03AA13 Pegfilgrastim   P
L03AB01 Interferone Alfa Naturale 32 P
L03AB04 Interferone Alfa-2a 32 P
L03AB05 Interferone Alfa-2b 32 P
L03AB06 Interferone Alfa-N1 32 P
V03AF01 Mesna   P
Morbo di Alzheimer di grado lieve-moderato N06DA02 Donepezil 85 P
N06DA03 Rivastigmina 85 P
N06DA04 Galantamina 85 P
Nanismo ipofisario H01AC01 Somatropina 39 P
Narcolessia N06BA07 Modafinil   P
Patologie endometriali - Pubertà precoce L02AE02 Leuprorelina 51 P
L02AE03 Goserelina 51 P
L02AE04 Triptorelina 51 P
Psicosi grave: pazienti seguiti da servizi psichiatrici e di igiene mentale N05AH02 Clozapina   P
N05AH03 Olanzapina P
N05AH04 Quetiapina P
N05AX08 Risperidone P
Rescue dopo terapia con antagonisti dell'acido diidrofolico V03AF03 Calcio Folinato 11  
Sclerosi multipla L03AB07 Interferone Beta-1a 65 P
L03AB08 Interferone Beta-1b 65 P
L03AX13 Glatiramer Acetato 65 P
Sindrome coronarica acuta, senza innalzamento del tratto ST B01AC04 Clopidogrel 9 bis P
Trapianto d'organo L04AA05 Tacrolimus   P
L04AA10 Sirolimus P
Trombosi venosa profonda: profilassi B01AB04 Deltaparina **    
B01AB05 Enoxaparina **
B01AB06 Nadroparina **
B01AB07 Parnaparina **
B01AB08 Reviparina **
B01AB12 Bemiparina **

* Diagnosi e Piano Terapeutico

** Continuazione a domicilio della terapia iniziata in ospedale dopo intervento ortopedico maggiore