DIIS 1/04 - allegato

Allegato

(Istituto Superiore di Sanità, decreto 16 settembre 2004, n. 1)

REGOLAMENTO CONCERNENTE L'ATTIVITA' E L'ORGANIZZAZIONE DEL SERVIZIO DI VALUTAZIONE E CONTROLLO STRATEGICO DELL'ISTITUTO SUPERIORE DI SANITA'

Art. 1. - Attività del Servizio di valutazione e controllo strategico

1. Il Servizio di valutazione e controllo strategico dell'Istituto superiore di sanità, di cui all'art. 5 del regolamento di organizzazione dell'Istituto medesimo, approvato con decreto ministeriale in data 12 novembre 2002, svolge in via esclusiva le funzioni di valutazione e controllo strategico finalizzate all'esercizio dei poteri di indirizzo politico-amministrativo di cui all'art. 6, commi 1 e 2, del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 286.

2. Il Servizio opera in posizione di autonomia e risponde direttamente al presidente dell'Istituto.

Art. 2. - Organizzazione del Servizio di valutazione e controllo strategico

1. Alla direzione del Servizio è preposto un organo collegiale, composto da tre esperti, di cui uno con funzioni di presidente. Almeno due dei componenti del collegio sono esterni all'Istituto.

2. Il presidente ed i due componenti del collegio sono nominati dal presidente dell'Istituto, previa deliberazione del consiglio di amministrazione, durano in carica tre anni e possono essere confermati. Essi debbono possedere requisiti di sicura e comprovata esperienza e professionalità tecnico-amministrativa.

3. Gli emolumenti da corrispondere ai componenti esterni del collegio sono determinati dal consiglio di amministrazione, sentito il collegio dei revisori.

4. Le funzioni di segreteria del Servizio sono svolte da un contingente non superiore alle sei unità, appartenenti alle diverse qualifiche funzionali.

5. Al Servizio sono assegnati locali e mezzi, anche informatici, idonei al corretto svolgimento delle funzioni.

Art. 3. - Attività del Servizio di valutazione e controllo strategico

1. Il Servizio di valutazione e controllo strategico svolge le funzioni di cui all'art. 6, commi 1 e 2, del decreto legislativo 30 luglio 1999, n. 286, ed all'art. 5 del regolamento concernente l'organizzazione strutturale e la disciplina del rapporto di lavoro dei dipendenti dell'Istituto, approvato con decreto presidenziale del 24 gennaio 2003.

2. In particolare, il Servizio svolge le seguenti attività:

a) verifica lo stato di attuazione dei programmi ed accerta la rispondenza dei risultati dell'attività amministrativa e, in genere, degli atti di gestione posti in essere dai responsabili delle strutture tecnico-scientifiche ed amministrative alle prescrizioni ed agli obiettivi stabiliti dalle disposizioni normative e dalle direttive generali emanate dai competenti organi dell'Istituto. A tal fine provvede all'analisi, preventiva e successiva; della congruenza e/o degli scostamenti tra le missioni affidate dalle norme, gli obiettivi operativi prescelti, le scelte operative effettuate e le risorse umane, finanziarie e materiali assegnate, nonchè all'identificazione degli eventuali fattori ostativi ed alla identificazione dei possibili rimedi;

b) stabilisce, annualmente, anche su indicazione del presidente e del consiglio di amministrazione, i parametri e gli indici di riferimento del controllo dell'attività amministrativa, sentiti il direttore generale ed i responsabili degli uffici dirigenziali generali;

c) riferisce al presidente sull'andamento della gestione, evidenziando le cause del mancato raggiungimento dei risultati, segnalando le irregolarità eventualmente riscontrate ed i possibili rimedi, formulando, al riguardo, osservazioni e suggerimenti di modifica per il miglioramento dell'azione amministrativa;

d) svolge attività propositiva volta a migliorare la funzionalità delle strutture dell'Istituto;

3. Il Servizio, previa autorizzazione del presidente, ha accesso ai documenti amministrativi necessari all'attività di valutazione e, può richiedere, previo assenso del presidente, oralmente o per iscritto, alle strutture tecnico-scientifiche od amministrative dell'Istituto, qualsiasi atto o notizia inerente all'attività di valutazione di competenza.

4. Il Servizio può, altresì, effettuare e disporre ispezioni ed accertamenti diretti sulle strutture dell'istituto, previa autorizzazione del presidente.

5. La direzione del Servizio predispone un programma annuale per lo svolgimento delle attività e riferisce in via riservata al presidente sui risultati dell'attività svolta con relazioni semestrali.

Art. 4. - Provvedimenti del presidente dell'Istituto superiore di sanità

1. Il presidente dell'Istituto, sulla base degli elementi e delle valutazioni fornite dal Servizio, sentiti il direttore generale ed il consiglio di amministrazione:

a) adotta i provvedimenti conseguenti alla verifica della rispondenza dei risultati della gestione amministrativa alle direttive generali impartite, agli obiettivi definiti, ai programmi ed alle priorità indicate;

b) modifica od integra gli obiettivi, i programmi, le priorità o le direttive generali, in modo tale da modulare gli stessi con l'eventuale individuazione degli elementi di criticità e le conseguenti proposte di integrazione e modifica segnalate dal servizio di valutazione e controllo strategico.