convenzione medicina generale - norme transitorie

Norme transitorie

(Convenzione 2000)

Norma Transitoria n. 1

1. I minori che abbiano compiuto il sesto anno di età possono essere assegnati al medico di medicina generale.

Norma Transitoria n. 2

1. Nell’anno di pubblicazione del presente Accordo, per l’attribuzione degli incarichi si utilizzano i criteri di assegnazione e la graduatoria regionale di cui al D.P.R. n. 484/96.

2. Nell’anno successivo a quello di pubblicazione del presente Accordo, per l’attribuzione degli incarichi si utilizza la graduatoria redatta ai sensi del D.P.R. n. 484/96.

Norma Transitoria n. 3

1. Le parti convengono che i procedimenti disciplinari pendenti alla data di pubblicazione del presente accordo, vengono definiti secondo i criteri e le procedure di cui agli Accordi collettivi nazionali vigenti alla data delle relative contestazioni.

Norma Transitoria n. 4

1. Il disposto di cui all’art. 4, comma 4, del presente Accordo non si applica, per la sola durata della presente convenzione e fatta salva la perdita, per scelta intercorrente del medico, di uno o più dei rapporti convenzionali detenuti, ai medici che alla data di pubblicazione del presente Accordo siano già titolari di più di due rapporti convenzionali.

Norma Transitoria n. 5

1. In attesa della effettiva operatività delle norme concernenti la formazione professionale da attuarsi secondo la disciplina prevista dal decreto legislativo n. 502/92, come successivamente modificato, ed in base all’art. 8 del presente Accordo, continuano ad applicarsi le disposizioni di cui all’art. 8 dell’Accordo collettivo nazionale reso esecutivo con il D.P.R. n. 484/96.

Norma Transitoria n. 6

1. Ai medici che abbiano acquisito l’attestato di idoneità all’esercizio delle attività di emergenza sanitaria territoriale nella Regione interessata successivamente alla data di scadenza della presentazione delle domande di inclusione in graduatoria regionale, è concessa, al fine di consentire la piena operatività della rete degli operatori dell’emergenza, l’attribuzione di incarichi provvisori di emergenza sanitaria, nei casi in cui questi non siano stati attribuiti ai medici inclusi nella graduatoria regionale di cui all’art. 2 del presente Accordo e in possesso del previsto attestato, per mancanza di medici disponibili ad accettare gli stessi incarichi.

2. A tal fine i medici interessati, acquisito il titolo di idoneità previsto, inviano alle Aziende apposite domande di inserimento in un apposito elenco, specificando il possesso dei requisiti necessari all’inserimento e di quelli idonei a determinarne, ai sensi del successivo comma 3, la posizione nell’elenco.

3. I medici di cui al precedente comma sono graduati nell'ordine dal voto di laurea, dall’anzianità di laurea, dalla minore età.

Norma Transitoria n. 7

1. Ai medici che abbiano acquisito l’attestato di formazione specifica in medicina generale di cui al D.L.vo n. 256/91 nella Regione interessata successivamente alla data di scadenza della presentazione delle domande di inclusione in graduatoria regionale è consentita, al fine di non creare discontinuità nell’assistenza ai cittadini, l’attribuzione di incarichi di sostituzione e provvisori di medicina generale nei casi in cui questi non siano stati attribuiti ai medici inclusi nella graduatoria regionale di cui all’art. 2 del presente Accordo per mancanza di medici disponibili ad accettare gli stessi incarichi.

2. A tal fine i medici interessati, acquisito il titolo di formazione specifico, inviano alle Aziende apposite domande di inserimento in un apposito elenco, specificando il possesso dei requisiti necessari all’inserimento e di quelli idonei a determinarne, ai sensi del successivo comma 3, la posizione nell’elenco.

3. I medici di cui al precedente comma sono graduati nell'ordine dal voto di laurea, dall’anzianità di laurea, dalla minore età.

Norma Transitoria n. 8

1. Premesso che l’art. 15-nonies, comma 3, del decreto legislativo 229/99 dispone che in sede di rinnovo delle convenzioni nazionali siano stabiliti tempi e modalità di attuazione per l’applicazione di quanto sancito al comma 1 dell’articolo medesimo, le parti convengono che il termine per l’entrata in vigore a regime del limite di età per la cessazione del rapporto convenzionale previsto dall’art. 6, comma 1, lettera a) del presente Accordo collettivo nazionale, sarà individuato a seguito di specifica intesa tra le parti firmatarie della presente convenzione nazionale, dopo che saranno definiti e disciplinati nelle sedi competenti con il concorso dell’ENPAM e delle parti firmatarie stesse, gli aspetti ed effetti previdenziali conseguenti all’introduzione dei nuovi limiti di età, secondo quanto stabilito dall’art. 15-nonies del decreto legislativo n. 229/99.

2. Fino a quando non entrerà in vigore il limite di età stabilito dall’art. 6, comma 1, lettera a) del presente Accordo collettivo nazionale, continua ad applicarsi l’art. 6, comma 1, lettera a), del D.P.R. n. 484/96.

Norma Transitoria n. 9

1. Le parti convengono che il presente Accordo collettivo nazionale, compresi i suoi allegati, rimane in vigore fino a che non sia stato perfezionato e reso esecutivo con la pubblicazione del Decreto del Presidente della Repubblica, l’Accordo collettivo nazionale valido nel triennio successivo, con decorrenza 01.01.2001, come previsto dall’art. 8, comma 1, del D.L.vo n. 502/92 e successive modifiche.

Norma Transitoria n. 10

1. Sono fatti salvi per la durata prevista gli effetti giuridici ed economici stabiliti dagli Accordi regionali vigenti in favore dei medici impegnati nelle attività di emergenza sanitaria territoriale.

Norma Transitoria n. 11

1. Il termine di tre anni di cui all’art. 6, comma 3, decorre dalla data di pubblicazione del presente Accordo.

Norma Transitoria n. 12

1. Sono fatti salvi, per la durata prevista, gli effetti giuridici ed economici stabiliti dagli Accordi regionali vigenti stipulati ai sensi del Capo VI del D.P.R. n. 484/96.