Circolare ASS 4 Medio Friuli

04.07.01; prot. 50180/D.A.2; da: Dipartimento di Prevenzione - Unità Operativa Igiene e Sanità Pubblica - Nucleo operativo profilassi malattie infettive (Dr. G. Brianti)

Referente: Dr.ssa D. Gnesutta

OGGETTO: Campagna di vaccinazione antinfluenzale 2001/2002

La Regione Friuli-V.G., con le Linee per la gestione del Servizio Sanitario Regionale per l'anno 2001, ha predisposto, come per gli anni precedenti, un programma che ha come obiettivo il raggiungimento di un tasso di copertura con la vaccinazione antinfluenzale del 70% degli anziani residenti di età superiore ai 65 anni.

Le finalità del programma sono la riduzione della mortalità e della morbosità dovuta all'influenza ed alle sue complicanze nella popolazione anziana della nostra regione.

Il programma regionale è in sintonia con quello riportato nel Piano Sanitario Nazionale 1998-2000 che, nell'ambito della prevenzione delle malattie infettive, fissa l'obiettivo della copertura vaccinale contro l'influenza nella popolazione al di sopra dei 64 anni pari al 75%: tale obiettivo viene ripreso anche nel testo del Piano Nazionale Vaccini 1999-2000 elaborato dal Laboratorio di Epidemiologia e Biostatistica dell'Istituto Superiore di Sanità, nel quale si ribadisce l'opportunità di coinvolgimento dei medici di medicina generale.

Il finanziamento aziendale, da parte della Regione, sarà di tipo aggiuntivo ed il tasso minimo di copertura per poter accedere al fondo è del 50%, mentre il 100% della quota verrà assegnata in caso di raggiungimento del 70%.

Questa Azienda ha inserito il programma in oggetto nel Piano Annuale per l'anno 2001, prevedendo di raggiungere un tasso di copertura superiore a quello ottenuto nel corso della campagna vaccinale 2000/2001 che è stato del 65,1%, con un incremento del 2% rispetto alla stagione 1999-2000.

Il tasso di copertura verrà calcolato nel seguente modo: il denominatore è rappresentato dal numero di soggetti anziani residenti, nati nell'anno 1936 e negli anni precedenti; il numeratore è rappresentato dai soggetti della coorte identificata al denominatore che saranno vaccinati durante la campagna antinfluenzale 2000/2001. La fonte di informazione è costituita dalle vaccinazioni registrate dai servizi dell'Azienda Sanitaria nella base dati "Linea di Lavoro Vaccinazioni" (LLVA - INSIEL) entro il 31.01.2001.

Da quanto sopraesposto si può affermare che per raggiungere il tasso di copertura fissato dalla Regione per la prossima campagna di vaccinazione antinfluenzale è necessario, come per le passate stagioni influenzali, mettere in atto una serie di strategie che coinvolgano tutti i soggetti, pubblici e privati che operano con la popolazione anziana (Ospedali, Dipartimento di Geriatria, Case di Riposo e Centri per Anziani, associazioni di volontariato, ecc.) nonchè una capillare azione di informazione per la popolazione.

Tra le nuove iniziative promosse l'anno scorso, si è ottenuta la collaborazione dell'Associazione Panificatori che ha predisposto per i soci a livello provinciale un sacchetto per il pane con la pubblicità della vaccinazione antinfluenzale. Questa iniziativa che con ogni probabilità verrà ripetuta anche quest'anno, si è affiancata alle altre comprendenti l'informazione radiofonica e via stampa, oltre che con i tradizionali mezzi (manifesti, depliants) e con la consegna, solo per la città di Udine, dei depliants per singolo nucleo familiare.

Tuttavia, si ritiene che l'ambizioso obiettivo, come dimostrato nelle precedenti campagne, non possa essere raggiunto senza la attiva collaborazione dei medici di medicina generale. Infatti, oltre l'80% della popolazione anziana sottoposta a vaccinazione è stato immunizzato dai medici di medicina generale.

Questa Azienda ritiene, pertanto, di proporre ai medici di medicina generale, anche per la campagna vaccinale 2000/2001, la partecipazione attiva alla vaccinazione di tutti gli assistiti anziani. Le vaccinazioni potranno essere somministrate sia in ambulatorio che presso il domicilio degli assistiti qualora questi ultimi si trovino nelle condizioni di non potersi recare nella sede ambulatoriale.

L'Azienda si impegna a fornire a ciascun medico le etichette autoadesive degli assistiti rientranti nella coorte interessata (tutti i nati prima del 31.12.1936) ed il numero di dosi di vaccino necessarie. Per ogni vaccinazione somministrata verrà corrisposto un compenso secondo quanto previsto dall'accordo collettivo nazionale dei Medici di Medicina Generale ed eventuali accordi integrativi.

Inoltre, nelle passate campagne vaccinali sono emersi alcuni problemi nella fornitura o mancata disponibilità del vaccino causati dalla difficoltà di prevedere il fabbisogno di ogni singolo medico per la immunizzazione degli assistiti non anziani, affetti da patologie per le quali è indicata la vaccinazione antinfluenzale.

Al fine di ovviare a tali inconvenienti, come concordato nella seduta del 22.05.2001 del Comitato Consultivo per la Medicina Generale, e già anticipato lo scorso anno durante gli Incontri organizzati nei Distretti Sanitari per la presentazione della campagna antinfluenzale, si richiede di fornire entro il 31 luglio 2001, il numero dei vaccini che presumibilmente si intende destinare a categorie diverse dagli ultrassessantacinquenni. Il numero di dosi disponibile nella campagna 2001-2002 per la vaccinazione dei soggetti a rischio di età inferiore ai 65 anni sarà di circa 12.000

Durante la precedente campagna il numero di vaccini utilizzato a tale fine dai centri vaccinali e dai Medici di Medicina Generale è stato rispettivamente di 4000 e di 7000 dosi.

Dai dati ricavati dal sistema informativo regionale si può stimare che nella stagione 2000-2001 un medico con un massimale superiore a di 1000 assistiti abbia utilizzato n. 42 dosi di vaccino per la immunizzazione di soggetti di età inferiore ai 65 anni appartenenti alle categorie considerate a rischio (tale dato è stato desunto prendendo in considerazione i dati relativi a circa 20 medici, vedi tabella allegata): è chiaro che tale dato è puramente indicativo, considerando la diversità di composizione possibile nell'utenza del singolo medico.

Vi invitiamo, pertanto, a fornirci entro il 31 luglio all' indirizzo e-mail utp.sandan@ass4.sanita.fvg.it o al numero di fax, 0432.949355 il numero indicativo dei vostri pazienti appartenenti alle categorie a rischio e i gli altri dati richiesti nella scheda questionario che vi alleghiamo (per informazioni ulteriori è disponibile la referente della campagna antinfluenzale, dr.ssa Daniela Gnesutta, al numero 0347.4168553.

Per i medici che hanno partecipato alla scorsa campagna di vaccinazione 2000-2001 si allega la tabella con il numero di vaccinati e percentuale raggiunta.

Al fine di facilitare la fase informativa agli assistiti anziani, è stato elaborato un fac-simile di manifesto (vedi allegato) che può, sin da ora, essere esposto nelle sedi ambulatoriali. Il testo della locandina può essere modificato dalle SS.LL. in relazione a particolari esigenze organizzative.

Le indicazioni rispetto alle modalità organizzative e relativo materiale, e la relazione sullo stato di avanzamento del progetto provinciale di sorveglianza dell'infiluenza (al secondo anno di attuazione) verranno date nel corso delle assemblee distrettuali che si terranno appunto nei singoli distretti immediatamente prima dell'inizio della campagna e di cui verrete tempestivamente informati in merito a data, sede e orario.

Cordiali saluti

IL RESPONSABILE DEL DIPARTIMENTO DI PREVENZIONE
Dr. G. BRIANTI