Ministero della SanitÓ

Direzione Generale per la Valutazione dei Medicinali e la Farmacovigilanza

Commissione Unica del Farmaco

Comunicato stampa (07.03.2001)

La Nota 13 Ŕ stata il frutto di un confronto ripetuto con rappresentanti degli Ordini dei Medici, Farmindustria, Associazioni dei Farmacisti privati e ospedalieri, Regioni. Sul testo vi Ŕ stato un approfondito dibattito e la sua revisione finale ha ricevuto un assenso di fondo da parte dei soggetti interessati.

La CUF ribadisce che tutte le Statine sono ammesse alla rimborsabilitÓ nel trattamento della ipercolesterolemia, non considerata come tale, ma nel contesto di un profilo di rischio cardiovascolare globale. Le carte di rischio costituiscono uno strumento semplice, sia pure approssimativo, di lavoro. Il medico sceglierÓ il principio attivo secondo le caratteristiche cliniche del singolo paziente ed in base ai dati che provengono dagli studi clinici controllati giÓ riportati nelle motivazioni della nota stessa.

Per quanto riguarda le suddette carte di rischio si Ŕ scelto tra quelle validate e pubblicate. Da parte della CUF c'Ŕ comunque sempre stata consapevolezza della necessitÓ di un profilo di rischio cardiovascolare specifico per la popolazione italiana.

Pertanto appena sarÓ prodotta e pubblicata una carta italiana del rischio nei soggetti senza pregressi eventi cardiovascolari vi sarÓ la disponibilitÓ della CUF ad adottarla e diffonderla fra i medici.