Circolare ASS 4 Medio Friuli

25.01.01; prot. 7014/G; da: Servizio Cura e Riabilitazione (Dr. R. Calabria)

Referente: Raffaella Messore

OGGETTO: scelta del medico di medicina generale per l'utenza residente in comune limitrofo a quello in cui esercita il medico

e.p.c. Ai Medici di Assistenza Primaria

Si comunica che il Comitato Consultivo Aziendale per la Medicina Generale, nella seduta del 12/12/2000 ha preso atto della nota della Direzione Regionale della Sanità e delle Politiche Sociali, di data 06/11/2000, avente ad oggetto "Scelta del medico di medicina generale in ambito territoriale diverso rispetto a quello di residenza". Con essa si rammentava alle Aziende Sanitarie della Regione FVG che l'Accordo Regionale del 03/09/97, integrativo dell'A.C.N. di cui al D.P.R. n. 484/96, stabilisce che la scelta del medico di medicina generale "....deve intendersi libera per l'utenza residente in comune limitrofo a quello in cui esercita il medico di medicina generale..". Nella nota si specificava inoltre che in casi di questo genere non fosse necessario acquisire il parere del Comitato Consultivo di Azienda né l'accettazione scritta del medico prescelto.

Il Comitato, nel prendere atto dell'indirizzo indicato, ha altresì puntualizzato che per "comuni limitrofi" devono intendersi i comuni confinanti nell'ambito territoriale dell'Azienda n. 4, anche se appartenenti ad ambiti distrettuali diversi.

Pertanto: in caso di scelta di un MMG iscritto in comune limitrofo al comune in cui risiede l'utente che lo richiede (a prescindere dagli ambiti distrettuali, purchè all'interno dell'Azienda Sanitaria) la stessa deve essere attribuita direttamente agli sportelli dei Distretti Sanitari

Rimanendo a disposizione per qualsiasi ulteriore chiarimento si invitano i competenti Uffìci dei Distretti Sanitari a voler dare immediata applicazione alle indicazioni di cui sopra.

Distinti saluti