circolare ASS 4 - 24.11.99

 

Circolare ASS 4 Medio Friuli

24.11.99; prot. 60492/g; da: Servizio Cura e Riabilitazione (Dott. R. Calabria)

OGGETTO: D.M. 28.05.99 n.329 "Regolamento recante norme di individuazione delle malattie croniche e invalidanti ai sensi dell'art.5, comma1, lettera a, del Decreto Legislativo 29.04.98 n.124"

Facendo seguito alla circolare di medesimo oggetto, prot.53157/G del 19.10.99, si trasmettono in allegato il DM 329/99 e l'elenco completo delle condizioni e delle malattie croniche invalidanti, e si forniscono alcune istruzioni provvisorie che consentano di operare senza pregiudizio per i cittadini nell'attuale fase di transizione.
Al fine di evitare disguidi operativi con sovrapposizioni tra vecchi e nuovi codici, Ŕ opportuno che i prescrittori annotino le esenzioni per patologia barrando la casella A della ricetta, sia per le vecchie che per le nuove esenzioni.
Tale modalitÓ operativa Ŕ provvisoria, in quanto il DM 329 prevede che "la prescrizione delle prestazioni erogabili in esenzione .............. reca l'indicazione delle prime tre cifre del codice identificativo della condizione o della malattia ............ ."
Un tanto in attesa di indicazioni regionali in materia, che saranno tempestivamente trasmesse, in base alle quali sarÓ possibile indicare:

Nella fase transitoria, i CUP faranno valere le esenzioni attestate dal medico e riportate sulle tessere sanitarie in possesso degli assistiti. Il rilascio delle nuove tessere per patologia Ŕ subordinato alla conferma del diritto all'esenzione per patologia secondo il nuovo DM 329/99, sulla base di idonea certificazione specialistica.

Si rammenta che il DM 329/99, all'art.7, comma 2, prevede che "entro centoventi giorni dall'entrata in vigore del presente regolamento, le Aziende unitÓ sanitarie locali sottopongono a verifica le attestazioni di esenzione giÓ rilasciate ai sensi del DM 01.02.91 e comunicano agli interessati la conferma del diritto all'esenzione, la sua cessazione o l'esigenza di ulteriori accertamenti." Tale termine Ŕ previsto per il giorno 10.02.2000.

Si confida nella consueta collaborazione di tutti per la gestione della fase transitoria con il minore disagio possibile per gli utenti, e si porgono distinti saluti.