Aggiornamento del: 17.06.2002

Leggi, decreti ed altri provvedimenti nazionali:
DMLPS 04.04.02 (Attuazione dell'art. 80, comma 12, della legge 23 dicembre 2000, n. 388. Tutela relativa alla maternitā ed agli assegni al nucleo familiare per gli iscritti alla gestione separata di cui all'art. 2, comma 26, della legge 8 agosto 1995, n. 335)
Decreto legislativo 151/01 (Testo unico delle disposizioni legislative in materia di tutela e sostegno della maternitā e della paternitā, a norma dell'articolo 15 della legge 8 marzo 2000, n. 53)
Provvedimenti di modifica di AIC (estensione delle indicazioni terapeutiche e modifica della posologia di Clodronato Teva)

Corte Costituzionale - Provvedimenti di promovimento del giudizio della Corte Costituzionale del TAR del Lazio, dei TAR regionali  e di altri tribunali:
Corte Costituzionale: sentenza 22-29 maggio 2002 (Universitā - Scuole di specializzazione - Corsi di formazione specialistica in medicina e chirurgia - Divieto di accesso ai titolari di altra specializzazione giā conseguita o di diploma di formazione in medicina generale - Contrasto con il diritto agli studi e all'esercizio di attivitā professionale liberamente scelta - Illegittimitā costituzionale - Assorbimento di altre censure. - D.Lgs. 17 agosto 1999, n. 368, art. 34, comma 4. - Costituzione, artt. 34, primo e terzo comma, 35, primo comma, 2, 3 e 4 (e art. 76).
Universitā - Scuole di specializzazione - Corsi di formazione specifica in medicina generale - Divieto di accesso ai titolari di diploma di specializzazione o di dottorato di ricerca - Illegittimitā conseguenziale (ex art. 27 della legge 11 marzo 1953, n. 87). - D.Lgs. 17 agosto 1999, n. 368, art. 24, comma 1.)
Corte Costituzionale: ordinanza 22-29 maggio 2002 (Regione Piemonte - Assistenza sanitaria e ospedaliera - Trattamenti di psicochirurgia - Terapia elettroconvulsivante, lobotomia prefrontale e transorbitale, e altri interventi - Disposizioni limitative - Ricorso in via principale del Presidente del Consiglio dei ministri -- Prospettata compressione dell'autonomia scientifica e professionale dei sanitari, del principio della natura volontaria dei trattamenti sanitari, nonchč invasivitā delle competenze statali in materia - Sopravvenuta modifica costituzionale in ordine al controllo governativo di leggi regionali - Improcedibilitā del ricorso. - Legge Regione Piemonte riapprovata il 29 febbraio 2000. - Costituzione, artt. 2, 32, 117 e 127; legge cost. 18 ottobre 2001, n. 3, art. 8; legge 13 maggio 1978, n. 180, artt. 1, 2, 3 e 5; legge 23 dicembre 1978, n. 833, artt. 33, 34 e 35; d.lgs. 30 dicembre 1992, n. 502, artt. 1 e 14; d.lgs. 31 marzo 1998, n. 112, artt. 112, 113, 114 e 115.)
TAR del Lazio: ordinanza 08.01.02 (
Sanitā pubblica - Professori e ricercatori universitari afferenti alla facoltā di medicina e chirurgia - Esercizio o rinnovo dell'opzione per l'attivitā assistenziale intramuraria, ovvero per l'attivitā libero professionale extramuraria - Termine perentorio di quarantacinque giorni dalla data di entrata in vigore del decreto legislativo censurato - Previsione dell'equivalenza legale della mancata comunicazione dell'opzione entro il termine predetto, alla scelta dell'attivitā assistenziale esclusiva - Mancata subordinazione dell'esercizio dell'opzione alla previa concreta disponibilitā di strutture adeguate in cui esercitare l'attivitā assistenziale intramuraria - Irragionevolezza - Contrasto con il principio di buon andamento della P.A. - D.Lgs. 21 dicembre 1999, n. 517, art. 5, comma 8. - Costituzione, artt. 3 e 97.
Sanitā pubblica - Professori e ricercatori universitari afferenti alla facoltā di medicina e chirurgia - Previsione, quale requisito necessario per l'attribuzione di incarichi di direzione di struttura nonchč dei programmi, della scelta per l'attivitā assistenziale esclusiva - Lesione del principio di autonomia didattico-scientifica e di compenetrazione tra attivitā sanitaria assistenziale e attivitā didattica e di ricerca scientifica - Eccesso di delega. - D.Lgs. 21 dicembre 1999, n. 517, art. 5, comma 7. - Costituzione, artt. 33 e 76.
Sanitā pubblica - Professori e ricercatori universitari afferenti alla facoltā di medicina e chirurgia - Irretrattabilitā, salvo limitate eccezioni, della scelta per l'attivitā assistenziale intramuria - Lesione del principio di autonomia didattico-scientifica. - D.Lgs. 21 dicembre 1999, n. 517, art. 5, comma 10. - Costituzione, art. 33.
Sanitā pubblica - Norme relative all'organizzazione interna delle aziende sanitarie e in materia di personale delle stesse - Assoggettamento dell'attivitā assistenziale del sanitario universitario alle determinazioni organizzative del Direttore generale dell'Azienda ospedaliera - Attribuzione al Direttore generale del potere di conferimento e revoca degli incarichi di strutture semplici e di natura professionale, su proposta del responsabile della struttura complessa di appartenenza del sanitario, nonchč degli incarichi di direzione di strutture complesse sulla base di mera intesa con il Rettore - Incidenza delle determinazioni del Direttore generale sulle attribuzioni in materia didattica e scientifica riservate all'Universitā - Lesione del principio della libertā di insegnamento in relazione all'attribuzione di un incarico assistenziale che non consente un'adeguata e proficua utilizzazione di strutture e personale per esigenze di didattica e ricerca - Eccesso di delega. - D.Lgs. 21 dicembre 1999, n. 517, artt. 3 e 5, commi da 1 a 6 e da 8 a 11. - Costituzione, artt. 33 e 76
)
TAR del Lazio: 4 ordinanze tutte del 22.11.01 e tutte sullo stesso argomento - atto n. 255
, n. 256, n. 257 e n. 258 (Sanitā pubblica - Professori e ricercatori universitari afferenti alla Facoltā di medicina e chirurgia, nominati in ruolo successivamente all'entrata in vigore del decreto legislativo censurato - Previsione della possibilitā di svolgere unicamente l'attivitā assistenziale esclusiva e di optare per l'attivitā professionale extramuraria nei casi e modi stabiliti dal decreto legislativo stesso - Previsione, altresė, fino all'entrata in vigore della legge di riordino dello stato giuridico universitario, che lo svolgimento dell'attivitā extramuraria comporta l'opzione per il tempo definito - Incidenza sul principio di autonomia universitaria e sullo stato giuridico del sanitario universitario - Irragionevolezza - Lesione dei principi di imparzialitā e buon andamento della P.A. - Eccesso di delega. - Decreto legislativo 21 dicembre 1999, n. 517, art. 5, comma 12. - Costituzione, artt. 3, 33, 76 e 97)

Normativa regionale:
////

Altro
////